La misurazione della temperatura costituisce una delle principali misure da adottare per individuare sospetti casi di contagio da coronavirus

ZeroFever è una startUp nata per dare una risposta alle nuove problematiche sorte con l’arrivo della pandemia.

Grazie alla partecipazione di CSStampi srl, un’importante azienda del padovano, ZeroFever ha sviluppato un brevetto relativo ad una soluzione per il monitoraggio in tempo reale dei parametri di temperatura corporea e concentrazione di ossigeno nel sangue, che permette di ridurre il rischio di contagio all’interno di ambienti lavorativi, medici e pubblici in genere.

L’obiettivo è fornire una mappa in tempo reale dei casi febbrili nel territorio nazionale per identificare in anticipo le zone maggiormente “infette”.

ZeroFever è uno strumento per il controllo realtime della temperatura rivolto ad aziende, uffici, strutture sanitarie, negozi, ristoranti, centri commerciali, cinema, aeroporti e a molte altre realtà aperte al pubblico.

Grazie all’applicazione di competenze sviluppate nel mondo dell’elettronica, dell’IT, della tecnologia cloud, ZeroFever ha messo a punto una soluzione facilmente attivabile e alla portata di tutte le realtà di ogni dimensione.

Febbre

Il team di ZeroFever ha preso spunto dal funzionamento del corpo umano

La suite rileva l’infiammazione nel punto esatto nel quale si presenta un eccesso di batteri/virus (casi febbrili) e aiuta a prendere immediatamente gli opportuni provvedimenti.

Questa soluzione è costituita da una serie di sensori di temperatura wireless dotati di ID NFC dalla forma di braccialetti od orologi smart. I gateway mantengono la temperatura costantemente monitorata e il cloud avverte chi di competenza se vengono riscontrati dei valori sopra la norma.

Il sistema indica al responsabile l’area nella quale è stato rilevato il problema per permettergli di attivare le procedure sanitarie più indicate. In questo modo il monitoraggio viene attuato nel rispetto delle normative relative alla privacy.

Grazie al monitoraggio in tempo reale si riesce ad individuare prontamente chi è entrato in contatto con una persona rilevata positiva, limitando la necessità di controlli che altrimenti andrebbero estesi a tutto il personale.

La strumentazione permette di monitorare inoltre il livello di ossigeno nel sangue e di memorizzarlo, per creare un reperto storico delle condizioni mediche (previo consenso da parte della persona interessata).

Il servizio viene garantito attraverso il comodato d’uso di tutti i dispositivi, con servizio di manutenzione già incluso.


Buona Festa della Mamma!

TIM, continua il cablaggio in fibra ottica in Italia