Pd, Nicola Zingaretti in pressing per il Mes: “È utile per il sistema sanitario”. Di Maio: “Stiamo pensando al Recovery fund”.

Nicola Zingaretti riapre la discussione sul Mes e gioca di sponda su Matteo Renzi, che sul tema è un inatteso alleato del Pd.

Nicola Zingaretti, “Il Mes è utile per il sistema sanitario”

Al termine della Direzione del Partito democratico che ha approvato la via del Sì al referendum sul taglio dei parlamentari, Nicola Zingaretti ha parlato con i giornalisti affrontando anche il tema del Mes e chiedendo al governo che si definiscano presto i progetti per una linea di finanziamento “che serve al sistema sanitario“.

Il Pd chiede che presto si definiscano i progetti per il Mes perché è una linea di finanziamento per la sanità che ci fa risparmiare miliardi, è molto giusta e corretta perché serve al sistema sanitario“, ha dichiarato Nicola Zingaretti come riferito dall’ANSA.

“Credo che a parte le chiacchiere il centrosinistra ha salvato l’Italia. Abbiamo conquistato miliardi di euro per la nostra economia, per le imprese, ora bisogna spenderle bene: in fretta, veloci e con programmi concreti. Il Pd sarà il garante di questa grande opportunità per l’Italia. Noi non dobbiamo restaurare l’Italia che c’era, dobbiamo costruirne una nuova: più giusta, competitiva e che affronti i tanti problemi e i troppi tagli alla spesa pubblica”, ha aggiunto il Segretario del Partito democratico.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

Di Maio, “Stiamo pensando al Recovery fund”

Una prima risposta al Segretario del Pd arriva dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il quale ha evidenziato come la priorità del governo al momento sia il Recovery fund.

Mes? Stiamo pensando al Recovery Fund […]. Nelle prossime settimane inizia il confronto con la Commissione europea sui progetti“, ha evidenziato Luigi Di Maio.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
luigi di maio Mes Nicola Zingaretti politica

ultimo aggiornamento: 08-09-2020


Coronavirus, il piano segreto del governo

Scuola, Azzolina: ‘Consapevoli che il rischio zero non esista, fondamentale il senso di responsabilità’