Il 28 maggio 1969 i rossoneri tornano in finale di Coppa dei Campioni. Il Milan stende l’Ajax con un netto 4 a 1: Prati segna una tripletta, Sormani chiude i conti.

Il ritorno in panchina di Nereo Rocco segna per il Milan un secondo ciclo vincente nella seconda metà degli Anni ’60. Nel 1968 i rossoneri dominano il campionato e vincono la Coppa delle Coppe. E così possono puntare nuovamente alla vittoria del massimo trofeo continentale dopo il trionfo di Wembley.

Il cammino verso la finale

Nella stagione 1968/69 il mercato del Milan non segna nessuna novità di rilievo: la costruzione della formazione titolare è avvenuta l’anno prima con gli ingaggi degli esperti Cudicini, Malatrasi e Hamrin. Nei sedicesimi di finale della Coppa dei Campioni, Rivera e compagni affrontano il Malmoe: in Svezia vincono i padroni di casa ma al ritorno i rossoneri sbaragliano gli scandinavi per 4 a 1. L’ottavo viene saltato in quanto il Milan viene sorteggiato per avanzare direttamente ai quarti dove c’è l’ostico Celtic: pareggio a reti bianche a San Siro, acuto di Prati in Scozia. La semifinale è tostissima: ci sono i campioni in carica del Manchester United. Dopo il 2 a 0 dell’andata, il Diavolo resiste all’Old Trafford: segna Charlton, poi Cudicini diventa Ragno nero

28 maggio, la finalissima del “Bernabeu”

Il 28 maggio 1969, a Madrid, Milan a Ajax si contendono la Coppa dei Campioni. Tra i Lanceri c’è l’astro nascente Cruijff ma al “Bernabeu” è la notte di Pierino Prati:  la “Peste”, armato dalla fantasia di Rivera, segna tre gol in tutti i modi! Al tabellino partecipa anche Sormani. L’Ajax prova a riaprire il match con Vasovic su calcio di rigore ma la superiorità dei rossoneri è nettissima. Il risultato finale è di 4 a 1 e così il capitano Rivera può alzare la Coppa dei Campioni sei anni dopo Cesare Maldini.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
28 maggio 1969 Ajax Coppa dei Campioni milan Pierino Prati Tutto Milan

ultimo aggiornamento: 28-05-2018


Italia-Arabia Saudita, Roberto Mancini in conferenza stampa: “Sarà un’emozione unica”

Nazionale, Bonucci: “Capitano? Come fatto e farò nel Milan…”