F1 nella bufera per l’accordo tra la FIA e la Ferrari sulla power unit del 2019. Il comunicato dei team: “Siamo scioccati e sorpresi”.

Diversi team di Formula 1 hanno preso ufficialmente posizione sull’accordo FIA-Ferrari sulla power unit 2019, finita nella bufera per presunte irregolarità. Sette Scuderie hanno firmato un duro comunicato chiedendo chiarimenti.

Charles Leclerc
fonte foto https://twitter.com/ScuderiaFerrari

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Accordo tra la FIA e la Ferrari sulla power unit del 2019, il comunicato dei team di F1: “Siamo sorpresi e scioccati”

“Siamo rimasti sorpresi e scioccati dalla dichiarazione della FIA di venerdì 28 febbraio in merito alla conclusione delle sue indagini sull’unità di potenza di Formula 1 della Scuderia Ferrari. Un organo sportivo internazionale ha la responsabilità di agire con i più alti standard di governance, integrità e trasparenza.

Dopo mesi di indagini della FIA solo a seguito di domande sollevate da altre squadre, ci opponiamo fermamente al fatto che la Federazione raggiunga un accordo di transazione confidenziale con la Ferrari per concludere la questione. Pertanto, dichiariamo pubblicamente il nostro impegno condiviso a perseguire la piena e corretta divulgazione in materia, al fine di garantire che il nostro sport tratti tutti i concorrenti in modo equo. Lo facciamo per conto dei tifosi, degli sponsor e di tutte le componenti della Formula 1. Inoltre, ci riserviamo il diritto di chiedere un risarcimento legale, nell’ambito del giusto processo della FIA e dinanzi ai tribunali competenti”.

Di seguito l’elenco dei team firmatari della nota:

McLaren Racing Limited
Mercedes-Benz Grand Prix Limited
Racing Point UK Limited
Red Bull Racing Limited
Renault Sport Racing Limited
Scuderia Alpha Tauri S.p.A.
Williams Grand Prix Engineering Limited

Toto Wolff
fonte foto https://www.facebook.com/MercedesAMGF1/

Il caso legato alla power unit della Ferrari

Il caso è legato alle polemiche nate intorno alle presunte irregolarità della Ferrari per quanto riguarda la power unit. La Red Bull aveva puntato il dito contro la Scuderia di Maranello e la Mercedes, in maniera più discreta, si era accodata alle accuse, mantenendo un velo di democrazia.

La FIA ha aperto un’indagine sulla Rossa e ha diramato un comunicato nel quale ha fatto sapere di aver raggiunto un accordo con la Ferrari. Il problema è che non è stato specificato il risultato dell’indagine e non si sa in cosa consista tale accordo.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 04-03-2020


Coronavirus, si ferma la Superbike: rimandata la gara in Qatar

Presentata a Milano la nuova Fiat 500 elettrica. Di Caprio il testimonial