Afroamericano ucciso dalla polizia a Minneapolis. Gli agenti si difendono: “Era a letto con una pistola”.

MINNEAPOLIS (STATI UNITI) – Un afroamericano è stato ucciso dalla polizia a Minneapolis. Il video di questo episodio è stato pubblicato da diversi media e non sono mancate le polemiche visto che l’episodio è avvenuto nella stessa città di George Floyd.

Ad oggi non si hanno particolari informazioni. Dalle poche cose note che sono state date, la vittima non era il vero obiettivo di questa perquisizione. I punti da chiarire sono diversi e per questo motivo ci aspettiamo delle novità nelle prossime ore.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Minneapolis, afroamericano ucciso dalla polizia

L’episodio è stato raccontato dalla Cnn. Come si nota in questo video, gli agenti di polizia entrati in casa per una perquisizione e alla vista dell’uomo, sotto le coperte a guardare la televisione, ha aperto il fuoco uccidendolo a sangue freddo. Immediata la chiamata ai soccorsi, ma il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Dalle prime informazione date dagli inquirenti, l’uomo poteva essere in possesso di una pistola e da qui la decisione di sparare. Ma, come detto, non si hanno ancora certezze e per questo motivo nei prossimi giorni ci potrebbero essere delle importanti novità su questa vicenda.

Ambulanza
Ambulanza

Tensione a Minneapolis

L’episodio ha fatto ritornare tensione a Minneapolis, la città di George Floyd. I genitori della vittima, infatti, accusano gli agenti di aver sparato senza motivo e soprattutto smentiscono qualsiasi presenza di una pistola. Per questo motivo i punti da chiarire sono diversi e nei prossimi giorni si potranno avere maggiori novità.

Inoltre, l’attenzione resta molto alta in tutta la città visto che questo episodio potrebbe provocare diverse proteste da parte dei cittadini per quanto successo. E nei prossimi giorni non si esclude la possibilità di una richiesta di informazione di Joe Biden.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-02-2022


Allo Spallanzani il primo caso Covid curato con il Paxlovid

Covid, cambiano le regole della quarantena per i non vaccinati