Il significato del nome Aisha e la storia. Le polemiche legate al caso Silvia Romano sulla sua nuova ‘identità’ da convertita.

La liberazione di Silvia Romano e il suo ritorno in Italia ha scatenato accesissime polemiche sui social e sui media, alimentate dal fatto che la giovane ha fatto sapere di essersi convertita e di aver cambiato il suo nome. Aisha. Ma cosa significa e qual è la storia di questo nome? Proviamo ad approfondire la questione con le informazioni a disposizione.

Silvia Romano
Fonte foto: https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/

Aisha, il significato del nome

Aisha (A’isha per la precisione) è un nome evidentemente arabo e significa viva. Si tratta di un nome particolarmente diffuso tra i musulmani. Era il nome di una figura rilevante che ha affiancato Maometto.

La storia: la promessa sposa di Maometto, secondo alcuni una vera e propria leader politica

Ma chi era Aisha? Si tratta di una donna amata da Maometto, la sua compagna dopo la scomparsa della prima moglie. Secondo i testi, si trattava della figlia di uno dei capi più potenti della comunità musulmana. Del rapporto tra il Profeta e la ragazza si sa ancora poco.

Il punto sul quale tutti concordano è che Aisha è stata una donna influente, con una sua rilevanza. La sua importanza. Secondo alcuni era addirittura qualcosa di simile a una vera e propria leader politica. Le certezze sono poche, ma sembra che in molti ambiti avesse un rapporto perfettamente paritario con Maometto. Di fatto l’opposto rispetto a quello che si possa immaginare pensando per luoghi comuni.


E’ morta Betty Wright, regina del soul

Tavoli a 2 metri e (possibile) autocertificazione di parentela, le linee guida per le riaperture delle attività commerciali