Alluvione Livorno, il sindaco Nogarin indagato per omicidio colposo

Alluvione Livorno, il sindaco Nogarin rinviato a giudizio

Alluvione di Livorno, rinviato a giudizio l’ex sindaco Filippo Nogarin. L’accusa è di omicidio colposo plurimo.

LIVORNO – A due anni dalla tragica alluvione di Livorno, arrivano le prime decisioni da parte della Procura. Dopo l’iscrizione sul registro degli indagati per omicidio colposo, l’ex sindaco Filippo Nogarin è stato rinviato a giudizio insieme all’ex responsabile della Polizia Municipale e all’ex responsabile della Protezione Civile.

Filippo Nogarin su Facebook: “Non sono sorpreso da questa indagine”

Attraverso il suo profilo Facebook, Filippo Nogarin fa sapere di “non essere stupito per questa indagine. Sono il diretto responsabile della Protezione Civile comunale ma so di aver agito nel rispetto delle leggi. Davanti alla morte di 8 persone è chiaro che gli investitori debbano approfondire ogni dettaglio ed esaminare la condotta di ciascuno degli attori in campo quella notte e non soltanto“. Una ipotesi di accusa pesante per Nogarin che scrive: “Nell’incontro odierno ho fornito agli inquirenti tutte le risposte e le spiegazioni che mi sono state richieste e sono a completa disposizione dei magistrati per chiarire loro, anche nei prossimi giorni, ogni eventuale dubbio“. In conclusione del suo post Nogarin scrive come sia “un momento molto difficile. Ma voglio rassicurare i miei concittadini: continuerò a lavorare con il massimo impegno e dedizione anche nei prossimi mesi per portare a compimento quel percorso di miglioramento della città di Livorno, che abbiamo cominciato ormai 3 anni fa e mezzo“.

Tribunale
fonte foto https://twitter.com/marziadegiuli

L’ex sindaco Nogarin rinviato a giudizio

L’ex sindaco Filippo Nogarin rinviato a giudizio per l’alluvione a Livorno del settembre 2017. La decisione è stata comunicata dalla Procura che contesta il reato di omicidio colposo plurimo. Attesa per l’udienza preliminare fissata per gennaio 2020. In quel caso l’accusa avanzerà la propria richiesta con i giudici che saranno chiamati a decidere.

Sul banco degli imputati ci sono anche l’ex responsabile della Protezione Civile comunale e l’ex comandante della Polizia municipale.

fonte foto copertina https://twitter.com/marziadegiuli

ultimo aggiornamento: 11-09-2019

X