Centrodestra in piazza a Roma per la chiusure della campagna elettorale per le Amministrative. Matteo Salvini: “Pd e 5 Stelle stanno già facendo accordi sotto banco”.

Dopo i problemi logistici che hanno diviso Salvini e Meloni, il Centro destra si ricompatta a Roma per la chiusura della campagna elettorale per le elezioni Amministrative.

La coalizione arriva al voto con tante incognite. Fratelli d’Italia è un partito in costante ascesa, la Lega, sondaggi alla mano, è il primo partito ma in affanno. E il caso Morisi potrebbe pesare. Nonostante tutto Salvini ostenta sicurezza e si dice certo che alla fine dei conti il Centrodestra avrà più sindaci mentre Pd e M5S ne avranno meno.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Amministrative, il Centrodestra chiude la campagna a Roma. Salvini: “Mi aspetto meravigliose sorprese”

Il Centrodestra chiude la campagna elettorale a Roma, una delle grandi città al voto. “Mi aspetto meravigliose sorprese. A casa Pd e Cinque stelle ci saranno meno sindaci, noi avremo più sindaci. E poi mi toglierò enormi soddisfazioni“, assicura Matteo Salvini. “Lezioni di morale di certa gente noi non le prenderemo mai: a Siena si parla di 50 milioni andati in fumo, parlo dei lavoratori di Mps, ma anche di Alitalia“, ha aggiunto il leader della Lega.

Salvini poi attacca Virginia Raggi e suona le note dolenti della Capitale: “Dove governa la Lega i rifiuti si raccolgono. Al Sindaco di Roma chiederemo onestà, ma da sola non basta. Dopo 5 anni di onestà, onestà, ci sono cinghiali, quartieri di Roma senza acqua e luce. Chiedo a Michetti un assessorato alle persone con disabilità. La campagna finisce lunedì, perché bisogna presidiare seggio e seggio, che questi i voti li trovano dove non ci sono. Basta con 5 anni di Pd e Cinque Stelle perché questi stanno già facendo accordi sottobanco“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Meloni, “Noi non stiamo insieme per le poltrone”

Dura anche Giorgia Meloni, che difende la coalizione di Centrodestra e il candidato per Roma Michetti.

“Non stiamo insieme per interesse non come la sinistra che occupa le poltrone solo per evitare che il centrodestra vada al governo […]. Se Michetti è una macchietta quanto macchiette sono quei 840 sindaci di sinistra che hanno chiesto la loro consulenza? Ci sono sondaggi interessati, poi la sinistra ha strumentalizzato su presunte nostre divisioni, ma noi siamo compatti, abbiamo una visione comune, non siamo come la sinistra che sta insieme per le poltrone”.

ultimo aggiornamento: 01-10-2021


Mattarella cerca casa (in affitto) a Roma

Elezioni Amministrative, sono nove gli ‘impresentabili’