Andrea Giambruno, il compagno della neo premier Giorgia Meloni, dichiara che non si trasferiranno a Palazzo Chigi.

Il compagno di Giorgia Meloni è arrivato alla cerimonia del giuramento al Quirinale con la loro figlia vestiti di tutto punto per assistere al giorno più importante per la mamma di Ginevra. Andrea Giambruno è il primo first gentleman della storia. Ma come aveva già dichiarato, ora si ritira e sparirà dai riflettori. La famiglia non si trasferirà nemmeno a Palazzo Chigi. Il motivo è proteggere la loro figlia.

La risposta di Giambruno era stata caustica: «Le sembra che facciamo crescere una bimba di sei anni in un palazzo tipo Versailles? Anche un po’ meno, grazie. Una casa ce l’abbiamo». Anche adesso torna a ribadire il no categorico ad un trasferimento a Palazzo Chigi. “Sarebbe controproducente, sarebbe fuorviante» dice all’Adnkronos. Il compagno di Meloni spiega: “La priorità per noi è tutelare lei, farla crescere nella maniera più naturale possibile” dice riferendosi alla loro bambina.

“Vogliamo che nostra figlia cresca in serenità, distante da realtà che marcherebbero la distanza con i suoi coetanei. Poi più andrà avanti con gli anni e più si renderà conto di avere una super mamma, ma anche una storia non consona a una bimba della sua età. Ora Ginevra è serena e quel che più conta, per me e Giorgia, è preservare questa sua serenità». Anche per questo motivo si sono mossi legalmente contro chiunque dovesse pubblicare foto o informazioni della bambina.

Giorgia Meloni e Andrea Giambruno
Giorgia Meloni e Andrea Giambruno

“La priorità è la serenità di nostra figlia”

Il compagno della neo premier poi racconta l’emozione nel vedere la sua Giorgia giurare come presidente del Consiglio. “La cerimonia è stata emozionante, davvero molto bello vederla giurare al Quirinale in un giorno che segna comunque un cambiamento epocale”. Durante il giuramento la bambina, nonostante i suoi sei anni, “È stata bravissima ha dichiarato Giambruno. “All’inizio era imbarazzata: è un contesto al quale non è abituata, poi c’era una gran curiosità dei giornalisti, dei fotografi, ed era anche emozionata per la sua mamma”.

Dopo la cerimonia al Quirinale la neo premier Giorgia Meloni ha partecipato ai funerali del ragazzo ucciso da un pirata della strada Francesco Valdiserri, “un momento devastante” afferma Giambuno, poi la corsa a scuola della figlia “per prendere parte alla festa dei nonni. Giorgia non poteva mancare, lei è davvero una super mamma. E poi come tutte le donne ha una marcia in più, è multitasking, riesce a fare più cose contemporaneamente”.

Giambruno racconta che la nomina a Palazzo Chigi della compagna lo hanno festeggiato a casa con gli amici “con le persone più intime e a cui vogliamo più bene. Gli amici di sempre. Del resto il brindisi ci stava, non è che capiti tutti i giorni di diventare presidente del Consiglio”. Infine Giambruno dichiara che non seguirà Giorgia Meloni in tutti i suoi viaggi istituzionali ma solo quando previsto dal protocollo e spera di continuare a fare il suo lavoro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-10-2022


Omofobia: il governo Meloni è il più avverso alla comunità Lgbtq+

Roma, Macron incontra papa Francesco e Mattarella