La Camera approva il decreto Covid con 241 voti a favore, 166 contrari e 5 astenuti. Emergenza coronavirus fino al prossimo 31 luglio.

Con 241 voti favorevoli, 166 contrari e 5 astenuti, la Camera approva il decreto Covid, che stabilisce la durata dell’emergenza coronavirus fino al prossimo 31 luglio. Il decreto è passato con il voto delle forze di maggioranza, con le opposizioni che hanno votato contro.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

La Camera approva il decreto Covid

Il decreto conferma la possibilità – per quanto riguarda il governo – di fare uso dei Dpcm che tanto hanno fatto discutere nelle scorse settimane, aprendo una questione sulla presunta incostituzionalità dello strumento largamente adottato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Hanno votato contro il decreto tutti i membri delle opposizioni. Il decreto contiene le misure di contenimento adottate dal governo per contenere la diffusione del coronavirus.

Il testo dovrebbe essere convertito in legge entro il 25 maggio, dopo il passaggio al Senato.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Tensione in Aula, scontro tra la maggioranza e l’opposizione. Deputati della Lega e di Fdi si tolgono la mascherina

La seduta è stata all’insegna dell’alta tensione, con un acceso scontro verbale tra la maggioranza e l’opposizione, con i deputati della Lega e di Fratelli d’Italia che si sono tolti la mascherina nell’inveire contro Cussò, deputato in quota Movimento 5 stelle.

Ad accendere la miccia era stato proprio Currò. Nel corso del suo intervento, nel rispondere alle accuse delle Opposizioni, ha accusato i governatori delle Regioni di Centrodestra per una inadeguata gestione dell’emergenza.

I toni si sono infiammati. I deputati leghisti e quelli di FdI che si sono tolti la mascherina e hanno urlato insulti al collega pentastellato.

Il Senato approva il decreto

Il Senato ha approvato il dl Covid con 155 voti favorevoli e 123 contrari.

ultimo aggiornamento: 14-05-2020


Dl Rilancio, Conte: “Provvedimento da 55 miliardi, come due manovre”. Lacrime di Bellanova

Rai, si sbloccano le nomine: Mario Orfeo al Tg3