Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sull’assicurazione Kasko, che permette di essere maggiormente tutelati in caso di incidente.

Insieme alla polizza RCA, obbligatoria da sottoscrivere in caso di acquisto di un veicolo, viene spesso aggiunta nel pacchetto, compresa nel prezzo o a parte, l’assicurazione Kasko, che copre i danni per quanto riguarda gli incidenti stradale. Essa è molto utile perché se ci sono danni che possono non essere coperti dalla RCA tradizionale, questa li riesce a coprire. Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito, da cosa comprende ai costi!

Cos’è la polizza Kasko e cosa comprende

Come già accennato, la garanzia Kasko è una polizza accessoria che si può sottoscrivere in coppia con l’assicurazione RCA, l’unica a essere obbligatoria quando si acquista un nuovo veicolo. Cosa copre quindi la Kasko in più rispetto alla RCA? Essa copre tutti i danni arrecati al veicolo in caso di sinistro stradale con terzi. La differenza che intercorre tra le due polizze è che la RCA copre i costi del danno a carico di terzi, ovvero se la responsabilità dell’incidente è stata data a questi; mentre la Kasko, che è aggiuntiva e non obbligatoria, copre tutti i danni relativi al sinistro, in particolare quelli che non possono essere coperti dalla RCA cioè che non sono a carico delle responsabilità di terzi.

Il titolare della polizza quindi riceverà un risarcimento del danno complessivo senza distinzione tra le responsabilità dei terzi e di quelle oggettive causate da un sinistro che la polizza RCA non copre. Bisogna sempre tenere d’occhio, inoltre, la scadenza della vostra assicurazione, per non avere brutte sorprese.

Come già detto essa non è obbligatorio, ma conviene ai conducenti di auto molto attivi e che usano molto il proprio veicolo. In questi casi essi possono essere più soggetti a incidenti; oppure conviene anche a chi possiede un’auto molto costosa, in quanto il costo delle riparazioni possono essere molto elevati e avere una polizza che li copre può essere molto vantaggioso. Infine conviene anche ai neopatentati, vista la loro poca esperienza alla guida.

Assicurazione auto
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/calcolatore-calcolo-assicurazione-385506/

Essa cosa copre nel dettaglio? Dipende dai casi specifici e dalla specifica polizza Kasko che si contrae. Ecco quali sono le coperture generiche, che possono variare a seconda dei casi:

-Chi è alla guida del veicolo non è in possesso di una patente di guida valida.

-Il conducente, quando ha causato l’incidente, era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti in stato di ebbrezza.

-L’incidente è stato causato animali trasportati o oggetti, e non da persone terze.

-In caso di danni causati volontariamente da parte di terzi.

-A causa degli agenti atmosferici o di atti vandalici.

I costi dell’assicurazione Kasko auto

I costi della polizza Kasko sono relativi all’auto che si intende assicurare e al livello assicurativo che si è maturato nel corso degli anni da quando si è preso la patente specifica. Essendo una polizza aggiuntiva, che si fa abbinata alla RCA, il prezzo viene fatto in base a quest’ultima.

Una cosa che bisogna sapere della Kasko è che prevede una franchigia del 10%, ovvero in caso di incidente l’assicurato dovrà pagare il 10% del totale dei danni arrecati al proprio veicolo. Il costo non è mai inferiore a 500 euro.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/calcolatore-calcolo-assicurazione-385506/

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
approfondimento

ultimo aggiornamento: 31-12-2020


Formula 1, nel 2021 ridotte le prove libere

Italia di nuovo in zona Rossa, cosa si può fare il 31 dicembre