Di cosa parliamo quando c’è di mezzo l’assicurazione temporanea di un’auto o di una moto? Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Gli automobilisti sono obbligati, quando comprano un veicolo, a sottoscrivere un’assicurazione, la cosiddetta RC auto, che tutela la vettura nuova se capita un sinistro (ovviamente per il rimborso del danno bisogna avere ragione e considerare diversi fattori). La durata di questa, che bisogna rinnovare alla scadenza, è di solito di un anno solare, ma non sempre i guidatori hanno bisogno di contrarre l’assicurazione per tutto il periodo annuale. A questo proposito viene in soccorso l’assicurazione temporanea, che come dice il termine si può sottoscrivere per periodi limitati di tempo. Ecco cosa c’è da sapere!

Assicurazione auto temporanea: tutte le informazioni

Assicurazione temporanea
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/macchina-ferrari-macchinina-1941670/

Cosa succede se la macchina serve per tempo inferiore a 12 mesi? Per evitare di evitare un anno di assicurazione è stata varata quella temporanea. L’assicurazione “provvisoria” può essere sottoscritta dal guidatore, come già detto, per un periodo limitato. Ci sono diversi tipi: semestrale, mensile e giornaliera (anche di più giorni, ma sempre almeno di 3 giorni, a seconda delle esigenze di ciascuno). Scopriamole nel dettaglio.

Assicurazione provvisoria di 6 mesi

L’assicurazione semestrale è valida per 6 mesi ed è utile se si vuole guidare un secondo veicolo, magari per il periodo estivo, e lo si vuole assicurare solo per qualche mese. Bisogna ricordare, inoltre, che un veicolo non assicurato non lo si può parcheggiare sulle strade pubbliche, ma solo in luoghi privati come cortili o garage di proprio possesso.

Questo tipo di assicurazione è utile, come si diceva, per delle seconde auto, per esempio cabriolet indicate per l’estate, o anche delle moto, che si usano solo in determinati periodi dell’anno e che poi si lasciano nel garage per i restanti. È bene sapere anche che per sottoscrivere un’assicurazione di questo tipo il prezzo non sarà la metà della classica RC auto annuale, anzi il prezzo sarà maggiore.

Assicurazione auto temporanea di 1 mese

Poi c’è l’assicurazione temporanea mensile, o anche trimestrale, che vincola il veicolo per un periodo di un mese o maggiore. In questo caso si avrà un risparmio di denaro importante, utile per chi svolge magari un lavoro stagionale e deve spostarsi con mezzi propri, ma anche per chi usa una macchina per fare una lunga vacanza e spostarsi in maniera agevole.

Assicurazione temporanea di 5 giorni

Infine c’è l’assicurazione giornaliera, che si può contrarre solo per più di 3 giorni (va per la maggiore la durata di 5 giorni). Si tratta dell’assicurazione temporanea della minor durata, che può essere utile per chi guida un’auto per un periodo molto breve, magari per fare una gita fuori porta, o per portarla dal concessionario, dal carrozziere o per atri motivi per cui serve per pochi giorni.

Si può fare l’assicurazione auto temporanea di 2 giorni? La risposta è no, perché la giornaliera si può fare solo per 3 o più giorni.

Bisogna dire inoltre, come per i casi precedenti, che questo tipo di assicurazione ha un costo in proporzione maggiore rispetto a quello di un RC auto. Bisogna contare che per una giornaliera il costo potrebbe arrivare fino a due mensilità di quella annuale. Inoltre, sono veramente poche le compagnie assicurative che offrono polizze di questo tipo, proprio perché non molte persone le richiedono (ovviamente per il costo maggiorato).

Assicurazione temporanea motocicli: come funziona

L’assicurazione moto temporanea, rispetto a quella per auto, non comprende alcuna differenza di sorta, in quanto basta che il veicolo sia a motore, non importa se a due o quattro ruote. In particolare per le moto si può contrarre una provvisoria se esse si usano non tutto l’anno, ma solo in determinati periodi, come quello estivo o primaverile in cui è possibile andare per strada senza prendersi troppo freddo o la pioggia.

Motociclista
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/motociclista-moto-corsa-veicolo-407123/

Ci raccomandiamo, come sempre, di indossare tutte le protezioni del caso, in primis il casco obbligatorio e le giacche protettive con i rinforzi per evitare troppi danni a causa di una potenziale caduta (bisogna prestare la massima attenzione, perché anche i più esperti possono incorrere in incidenti, quindi è opportuno sapere come comportarsi).

Assicurazione provvisoria: ci sono alternative?

Siccome il prezzo di un’assicurazione temporanea tende a lievitare rispetto a una comune Rc auto, gli automobilisti preferiscono, non in tutti i casi però, contrarre una Rca sospendibile. Come funziona? In questo caso, dopo aver contratto l’obbligatoria assicurazione annuale, sarà possibile sospenderla, a patto che questo non avvenga prima di un mese dalla stipula.

Per fare un esempio, se si vuole congelare il pagamento della polizza per 9 mesi, e averla a disposizione per 3 (come nel caso della temporanea trimestrale) si può chiedere che sia sospesa per il periodo prescelto. In questi casi non ci sarà un sovrapprezzo, in quanto questa clausola farà parte del contratto stipulato in essere. Questa è una valida alternativa alle temporanee, che le persone tendono a preferire (anche se non in tutti i casi)

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/macchina-ferrari-macchinina-1941670/

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
approfondimento Assicurazione auto

ultimo aggiornamento: 04-01-2021


Dakar, vittorie di Toby Price e Carlos Sainz Sr. nella prima tappa

Stellantis, Tavares: “Un momento storico”