Atletico Madrid-Milan, poi il digiuno europeo lungo tre anni

L’Europa League si tinge di rossonero. Dopo tra anni dal nefasto Atletico Madrid-Milan il Diavolo esce dai confini nazionali.

chiudi

Caricamento Player...

Tutto pronto per il ritorno del Milan in Europa, un binomio per anni inscindibile, Europa League Champions League che fosse. Anche quando non brillava nei confini nazionali, il Diavolo insegnava calcio in giro per il mondo. Questione di mentalità, questione di stile, una questione che si è persa negli ultimi anni, o meglio, si era persa, perché a distanza di tre anni da Atletico Madrid-Milan, partita di congedo dal calcio internazionale, i rossoneri tornano a respirare aria di Europa (League).

Atletico Madrid-Milan, rossoneri congedati con disonore dall’Europa

Stagione 2013/2014, i rossoneri di Massimiliano Allegri sono reduci da un terzo posto e ottengono la qualificazione alla Champions League eliminando ai preliminari il PSV Eindoven. È l’anno del ritorno di Ricardo Kakà e di un mercato sostanzialmente anonimo. Sarà l’anno dell’esonero di Massimiliano Allegri e del caso Seedorf, sarà l’anno di un poco onorevole undicesimo posto in classifica. In tutto questo però c’è appunto la Champions. Il Milan supera la fase a gironi e incontra agli ottavi l’Atletico Madrid dei miracoli, di Diego Costa e di Simeone.

Clarence seedorf Andrea Poli

La gara di andata si gioca allo Stadio San Siro. Dopo quattordici minuti il primo sussulto lo regala Ricardo Kakà con una conclusione dal limite dell’area che si stampa sulla traversa. La fortuna non sembra sorridere ai rossoneri che sfiorano il vantaggio con Poli e poi ancora con Kakà che mette a referto la seconda traversa personale in meno di trenta minuti. La partita scorre senza grandi emozioni fino all’82’, quando su azione di corner Diego Costa sorprende la retroguardia rossonera e tutto solo di testa deposita in rete. Milan-Atletico Madrid 0-1.

Nella gara di ritorno i rossoneri sono dunque chiamati alla grande impresa in terra spagnola, con la consapevolezza che la Champions League è l’unica cosa da salvare di una stagione negativa. I sogni del Milan di Seedorf durano solo tre minuti, cioè fino al gol in acrobazia di Diego Costa che in mezza rovesciata mette alle spalle di Abbiati. I rossoneri però, si sa, sono duri a morire e al 27′ agguantano un pari prezioso grazie al gol di testa del solito Kakà. Il Diavolo prova a spingere ma al 40′ il tiro beffardo di Arda Turan (deviato da Rami) scavalca Abbiati e riporta l’Atletico in vantaggio. Raul Garcia e Diego Costa completeranno la disfatta: Atletico Madrid-Milan 4-1.