Attentato in Burkina Faso. Attacco jihadista nel villaggio di Kodyel. Uccisi almeno trenta civili.

OUGADOUGOU (BURKINA FASO) – Attentato in Burkina Faso. I jihadisti hanno attaccato il villaggio di Kodyel. Secondo quanto riferito dai media locali, i morti sono almeno trenta, ma il numero potrebbe aumentare nelle prossime ore.

Attacco in Burkina Faso, morti tre giornalisti europei

A distanza di diversi mesi dall’ultimo attacco, ancora sangue in questo Paese. Secondo quanto riportato dall’intelligence locale alla Reuters, quattro persone (tra cui due giornalisti spagnoli e uno irlandese) sono state uccise dopo un’imboscata nei pressi della vasta riserva di Pama.

L’agguato, come raccontato dai media locali, è avvenuto durante un pattugliamento anti-bracconaggio. Nessun commento da Madrid e da Dublino, ma si parla di un attacco di matrice jihadista.

L’attentato nel giorno di Natale

E’ stato un Natale del 2019 di sangue a Ouagadougou, dove un gruppo di jihadista ha preso di mira un campo militare. A rendere nota la notizia sono stati fonti militari: “Questo attacco barbaro – ha dichiarato il presidente Kaborè, citato da Repubblicaha provocato la morte di 35 vittime civili, la maggior parte delle quali donne“.

SH_ambulanza
SH_ambulanza

Immediata la reazione dei militari del Burkina Faso. Proclamato lutto nazionale

Non si è fatta attendere la reazione dei militari di Burkina Faso che ha fatto ricorso all’aviazione neutralizzando 80 terroristi. La striscia di sangue, comunque, in questa zona non sembra finire visto che negli ultimi mesi sono stati continui gli attacchi terroristici.

Il Governo ha annunciato lutto nazionale per ricordare le 35 persone che sono morte in questo attentato di Natale.


Caso Genovese, la Procura chiede il processo con rito immediato

Istat, nel 2020 746mila decessi. Ennesima riduzione delle nascite