Aubameyang, Cina lontana. Milan, 60 milioni al Borussia e 7,5 all’attaccante

Il mercato cinese è prossimo alla chiusura e ciò potrebbe diventare un fattore per il trasferimento di Aubameyang al Milan. Proprio in Cina i rossoneri giocheranno contro il Borussia Dortmund…

chiudi

Caricamento Player...

Il Milan domina le prime pagine dei giornali sportivi e le trattative di calciomercato: per Biglia la situazione è in stand by, su Bonucci ci sono clamorosi rumors e per l’attacco il nome che fa sognare il popolo rossonero è sempre quello di Pierre-Emerick Aubameyang. Come si legge su La Gazzetta dello Sport, la campagna acquisti di via Aldo Rossi non appare affatto conclusa e, anzi, il centravanti gabonese è più vicino al ritorno a Milanello.

Missione cinese

Domani il Milan si imbarcherà per la tournée in Cina dove dovrebbe atterrare anche il ds Mirabelli. Proprio là dove sembrava dover proseguire la carriera del classe ’89: il Tianjin di Fabio Cannavaro aveva messo sul piatto un’offerta monstre ma Aubameyang non sembra convinto di trasferirsi lontano dal calcio che conta nel pieno della maturità calcistica. Il mercato in entrata in Cina, tra l’altro, chiude alla mezzanotte di domani e ciò, pertanto, costituisce un alleato per la strategia rossonera. Nel Paese d’Oriente, la formazione di Montella affronterà in amichevole proprio il Borussia Dortmund: occasione per mettere sul piatto l’offerta da 60 milioni per il cartellino del giocatore. Per quanto riguarda la proposta di ingaggio, il club rossonero è disposto a offrire un quinquennale da 7,5 milioni netti a stagione. Cifra che in Serie A guadagna solamente Higuain…

Alternativa in stand by

L’operazione, in ogni caso, non è semplice. Le richieste sono esose sia parte dei gialloneri che da parte dell’entourage del giocatore: Mirabelli è in stretto contatto con il papà di Aubameyang. I rossoneri vogliono convincere Pierre-Emerick a sposare l’ambizioso progetto del Milan. Ecco perché per il momento la pista che porta a Kalinic si è raffreddata.