Bakayoko non è un regista, meglio da vice Kessie

Dubbi su Bakayoko. Il nuovo arrivo non convince in cabina regia e Gattuso lo prova in diverse posizioni.

Ancora non convince a pieno i tifosi rossoneri l’arrivo in estate dal Chelsea di Tiémoué Bakayoko. Il centrocampista è un giocatore duttile e fisico e in mezzo al campo per Gattuso potrebbe rappresentare un ottimo jolly da inserire a partita in corso per recuperare palloni e pressare gli avversari. Per il momento il tecnico gli ha concesso le chiavi del centrocampo negli ultimissimi minuti della partita di Napoli, occasione in cui sono emersi alcuni limiti di troppo del calciatore nella posizione di regista. Ma siamo sicuri che il ruolo davanti alla difesa sia propenso alle sue caratteristiche?

Gennaro Gattuso
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Questione di tempo e ruolo: il Milan aspetta Bakayoko

La risposta, considerate le caratteristiche del giocatore è negativa. Al suo fianco è fondamentale un compagno con buona tecnica e visione di gioco che permetta al ragazzo di giocare più da vice Kessie, inserendosi e recuperando palloni a centrocampo piuttosto che impostando l’azione.

La pausa Nazionale è servita a capire anche la sua posizione migliore: ha velocità e prestanza va solo trovata la zona giusta di campo dove inserirlo. Con i “blues” non ha mai brillato forse perché non ha mai sentito la fiducia nei suoi confronti, speriamo che a Milano il copione possa e breve invertirsi. Gattuso ha deciso di scommetterci e non vuole bruciarlo: il giocatore lavorerà a Milanello per apprendere le direttive di Rino prima di provare a imporsi. In qualunque ruolo riesca a farlo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-09-2018

Matteo Rivarola

X