Betis-Milan, Gennaro Gattuso: “Abbiamo interpretato male il primo tempo, bene il secondo”

Betis-Milan, l’intervista di Gennaro Gattuso al termine del match: “Domani facciamo la conta degli infortunati. Merito ai ragazzi”.

Soddisfatto a metà Gennaro Gattuso al termine di Betis-Milan, partita complicata da un primo tempo dominato dagli spagnoli che hanno trovato il vantaggio costringendo i rossoneri a inseguire fino al gol del pareggio di Suso che ha invertito la rotta della gara.

Gennaro Gattuso
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Betis-Milan, l’intervista di Gennaro Gattuso al termine della gara

C’è amarezza, abbiamo interpretato male il primo tempo, abbiamo sbagliato tanto, siamo stati troppo timidi. Nel secondo tempo abbiamo fatto un’ottima partita. Domani faremo la conta degli infortunati, oggi abbiamo perso qualcuno per strada”.

Sugli infortunati – Il punto lo fa il dottore domani, io faccio l’allenatore. Mettiamo in campo chi possiamo mettere, speriamo di recuperare qualcuno e ce la metteremo tutta. Musacchio farà di tutto per esserci, Calhanoglu ha preso la solita botta al collo del piede”.

Milan-Juventus – Ci sono due ore e mezza di aereo, già iniziamo a lavorare. C’è poco da preparare, conosciamo la Juventus, è una delle squadre più foti d’Europa ma noi ce la metteremo tutta e ce la giocheremo“.

Sulle difficoltà in fase di impostazione – È anche questione di modulo, stiamo facendo cose nuove giocando senza vertice basso vengono meno le certezze. Nel secondo tempo abbiamo preso coraggio e abbiamo iniziato a giocare meglio, abbiamo palleggiato meglio. Avere un giocatore come Bakayoko ti permette di non partire dal basso e andare a cercare la spizzata. Sono contento di come stiamo cambiando. Speriamo di migliorare ancora“.

Sulla fase di non possesso del Milan – Secondo me molto lo fanno anche i centrali in fase di pressione quando possono andare a centrocampo a prendere gli avversari evitando di correre all’indietro. Oggi nel secondo tempo siamo stati bravi a fare questo”.

La rinascita del Milan – “Sono stati bravi i giocatori a sopportarmi, a credere in quello che si fa. La cosa più facile era andare alla ricerca degli alibi. Siamo stati bravi ad assumerci qualche responsabilità in più. La squadra mi ha sempre seguito. Dobbiamo migliorare e dobbiamo fare ancora tantissima strada“.

ultimo aggiornamento: 08-11-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X