Bloccare un canale su YouTube è il modo più semplice per eliminare dal nostro feed contenuti che non apprezziamo. Ecco come fare.

Youtube è uno dei siti più visitati al mondo ed il secondo motore di ricerca più popolare dell’internet intero, esattamente dopo Google. Per ogni minuto che passa il sito si arricchisce di oltre 500 ore di contenuti caricati ed ogni giorno l’umanità spende un miliardo di ore per guardare dei video. Se in questo nostro esplorare il web abbiamo trovato contenuti sgradevoli, allora è il caso bloccarli. Bloccare un canale di YouTube è possibile e in molti casi è utile per rendere il nostro feed un posto più piacevole. Inoltre, se siamo anche noi creatori di contenuti è importante imparare a bloccare il canale di chi, sotto ai nostri video, commenta frequentemente con chiare intenzioni da troll.

Vediamo insieme come si fa.

Come bloccare un canale YouTube

Innanzitutto dobbiamo avere ben chiaro un concetto: togliere l’iscrizione ad un canale non vuol dire bloccarlo.

Togliendo l’iscrizione da un canale eviteremo di ricevere aggiornamenti nell’apposita pagina riguardo quel canale ma potremo comunque ricevere i video come consigli dall’algoritmo nella barra correlati, senza contare che dovremo comunque leggere gli eventuali commenti di tale utente.

Per bloccare un canale dobbiamo seguire questa semplice procedura: andiamo su YouTube e raggiungiamo il canale che vogliamo bloccare: possiamo farlo cercandolo sull’apposita barra di ricerca o attraverso la pagina delle iscrizioni.

Una volta dentro il canale facciamo clic sulla scheda informazioni per aprire la pagina con tutte le informazioni e facciamo tap su l’iconcina della bandiera per aprire un menu. Qui selezioniamo la voce blocca utente e facciamo tap su di essa. Quando comparirà la finestra di conferma selezioniamo la voce invia.

bloccare un canale su YouTube

Le altre voci ci permetteranno di segnalare o in maniera specifica le grafiche del canale, o il canale nella sua interezza. Queste opzioni vanno selezionate soltanto se i contenuti grafici o i video del canale risultano in qualche maniera offensivi e/o pericolosi.

Che strumenti posso usare per proteggere i più piccoli su Youtube?

Se siamo genitori e vogliamo proteggere i nostri figli dalla visualizzazione di contenuti appropriati, possiamo bloccare i canali YouTube sgradevoli in blocco attraverso le funzioni di YouTube Kids o utilizzare la modalità con restrizioni.

La modalità con restrizioni ci permette di bloccare contenuti potenzialmente inappropriati per i minorenni. Per attivare la modalità con restrizioni dobbiamo scaricare YouTube sullo smartphone che sarà utilizzato dall’utente minorenne ed effettuare il login con il loro account. Dalla schermata principale facciamo tap sulla loro immagine profilo, in alto a destra e poi selezioniamo impostazioni.

Poi selezioniamo generali.

Qui scorriamo verso il basso fino a trovare la voce modalità con restrizioni e attiviamola.

Se la modalità con restrizioni di YouTube non dovesse bastare, quello che possiamo fare è puntare su YouTube Kids che offre un ventaglio di opzioni diverse, compresi anche blocchi di contenuti per i bambini che vanno dagli otto ai tredici anni.

E se non vogliamo utilizzare Youtube?

Ci sono altre alternative a YouTube destinate ai bambini: parliamo di siti come ABC Mouse o Sprout Online, perfetti se vogliamo accostare al consumo di contenuti video anche l’apprendimento per la lingua inglese. Tutto questo viene dato da questi siti in forma gratuita.

Fonte foto copertina: unsplash.com/photos/NmGzVG5Wsg8


Brave lancia un motore di ricerca alternativo

Come liberare spazio in Gmail