A Mariupol i bombardamenti non si fermano e colpiscono la struttura Ue e l’edificio della Croce Rossa.

Nonostante la Russia avesse annunciato che ci sarebbe stata una riduzione dei bombardamenti e delle operazioni militari, gli attacchi alle città ucraine sono continuati durante tutta la notte. Le bombe non smettono di cadere soprattutto su Mariupol dove hanno colpito anche l’edificio della Croce Rossa.

Nella città assediata da più di un mese che sta per cadere in mano ai soldati russi continuano ad essere distrutti siti civili. Dopo l’attacco all’ospedale, ora immagini mostrano che è stato bombardato l’edificio della Croce Rossa nonostante la croce simbolo posta sul tetto per evitare ai raid aerei di colpirlo.

Le immagini sono state diffuse dalla Cnn dei due attacchi in due giorni diversi che ha subito la struttura sanitaria. Dalle immagini satellitari si vedono chiaramente i due attacchi e gli effetti provocati all’edificio. Le fotografie mostrano chiaramente il simbolo della Croce Rossa sul tetto che è stato volontariamente ignorato.

bombardamenti guerra ucraina
bombardamenti guerra ucraina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

“Finora solo la Germania di Hitler aveva bombardato la Croce Rossa”

A denunciare l’atrocità anche la commissaria per i diritti umani in Ucraina Denisova che ha annunciato le atrocità dell’esercito russo e i crimini di guerra di cui si sta macchiando colpendo i civili e i siti come gli ospedali. “Questo è un altro crimine di guerra dell’esercito russo in conformità con lo Statuto di Roma della Corte penale internazionale e una grave violazione delle Convenzioni di Ginevra del 1949″, ha dichiarato. “Finora gli unici che avevano bombardato edifici e veicoli con la Croce Rossa sono stati le truppe della Germania di Hitler. Chiedo alla comunità mondiale di condannare queste azioni barbariche” ha continuato Denisova.

Al momento si sta ancora indagando per verificare se all’interno dell’edificio della Croce Rossa ci fossero civili e quindi vittime. Le comunicazioni con Mariupol sono piuttosto complesse, la città è isolata e quasi completamente in mano all’esercito russo che sta portando avanti questa catastrofe umanitaria.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-03-2022


I soldati russi affetti da sindrome da radiazione

Dai negoziati non arriva nessuna svolta