Quali sono i bonus per la casa che saranno disponibili anche nel 2022: il punto della situazione dopo l’approvazione del Documento Programmatico di Bilancio.

Alla luce del Documento Programmatico di Bilancio e in attesa della stesura e dell’approvazione della Legge di Bilancio, è possibile fare una prima panoramica su quelli che sono i bonus per la casa nel 2022. Si tratta di un argomento di particolare interesse anche perché la speranza è che la progressiva ripresa economica possa spingere nuovamente verso gli investimenti dopo mesi di tendenza al risparmio.

compagnia assicurativa assicurazione viaggio vita auto casa finanze
compagnia assicurativa assicurazione viaggio vita auto casa finanze

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

I bonus per la casa nel 2022

Per avere un quadro completo, come detto, si dovrà attendere l’approvazione della Legge di Bilancio, che in quanto legge dovrà passare anche per l’analisi e il voto delle Camere del Parlamento. Chiarito questo punto preliminare, possiamo fare una panoramica realistica basandoci sulle informazioni a disposizione e sul Documento Programmatico di Bilancio, approvato in Cdm e inviato a Bruxelles.

Superbonus 110

Iniziamo da quello che rappresenta un tema spinoso per la maggioranza di governo. Il Superbonus 110 sarà prorogato fino al 2023, e su questo punto non ci sono dubbi di sorta. Scatta la proroga anche per le abitazioni unifamiliari. La proroga è fino al 2022 e vale per le abitazioni principali e viene inserito un tetto massimo per quanto riguarda l’Isee.

Bonus facciate

Anche per quanto riguarda il bonus facciate si va verso uno snellimento della misura, che scade alla fine del 2021. Il bonus facciate non sarà prorogato o almeno non sarà prorogato per tutti. L’unica eccezione potrebbe essere rappresentata dalle persone che hanno già pagato almeno il 10% del valore totale dei valori. Pagamento che ovviamente deve essere dimostrato. In questo caso, e probabilmente solo in questo caso, si potrà usufruire del bonus anche nel 2022.

Bonus ristrutturazioni ed Ecobonus

E qui entriamo in un campo più semplice anche dal punto di vista politico. Le misure scadono nel 2021 ma saranno prorogate e rifinanziate anche per coprire il 2022.

Il bonus ristrutturazioni consente di ottenere una detrazione del 50% fino ad un limite massimo di 96.000 euro. La detrazione avviene in sede di dichiarazione dei redditi.

L’Ecobonus invece garantisce uno sconto del 65% per lavori che migliorano il livello energetico della casa. La misura copre le spese che non sono coperte dal superbonus. Con l’ecobonus è possibile far fronte ad esempio ai lavori per la sostituzione della caldaia.

Bonus giardini

Può richiedere questo bonus chi avvia lavori per il miglioramento di aree verdi scoperte private. La misura sarà riconfermata anche per il 2022.

Bonus Mobili

Anche il bonus Mobili sarà rifinanziato. Si tratta del bonus per l’acquisto di grandi elettrodomestici non inquinanti e di mobili destinati ad un immobile oggetto di lavori di ristrutturazione.

Sismabonus

Anche il bonus per i lavori che portano ad un miglioramento della struttura immobiliare sarà confermata anche per il 2022.

chiavi casa
chiavi casa

Per i giovani il bonus prima casa

Lanciato con orgoglio dal governo Draghi, il bonus destinato agli under 36 che procedono con l’acquisto della prima casa dovrebbe essere confermato anche nel 2022.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 22-10-2021


MilleMiglia non si ferma, trovato l’accordo con 60 partner

Riforma pensioni, si tratta sul passaggio da quota 100 a quota 104