Borse 10 settembre 2021, chiusura della settimana in calo per Piazza Affari. Ecco come è andata la giornata dei mercati.

MILANO – Borse 10 settembre 2021. Ultima giornata dei mercati non positiva per il Vecchio Continente. La variante Delta continua a fare paura soprattutto in vista dell’autunno.

Un trend che continua ad essere abbastanza misto. La mutazione registrata in India ormai da diversi mesi fa continua a far paura e il futuro resta molto incerto. I prossimi giorni saranno fondamentali e sicuramente c’è grande curiosità di conoscere il destino dei mercati in questa seconda settimana intera di settembre. Si tratta di un mese decisivo per l’andamento del coronavirus e dei mercati. L’autunno è sicuramente un rischio importante anche per un possibile rialzo dei contagi, ma la situazione continua ad essere al momento al sicuro e per questo motivo non ci aspettiamo particolari crolli almeno in tempo breve. Ma il futuro continua a restare ancora in certo.

Milano in calo

Chiusura in calo per Milano in questa ultima seduta della settimana. Piazza Affari ha perso lo 0,86%. Hanno limitato i danni Francoforte (-0,09%) e Parigi (-0,31%), mentre Londra ha guadagnato lo 0,07%.

Ultima sessione della settimana positiva in Asia. La migliore è stata Hong Kong con un guadagno dell’1,82%. Bene anche Tokyo (+1,25%), mentre Seul e Shanghai hanno guadagnato rispettivamente lo 0,36% e lo 0,28%. Chiusura negativa per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,78%, il Nasdaq lo 0,87%.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Wall Street
Wall Street

I mercati in tempo reale

Spread stabile

Chiusura della settimana stabile per lo spread. Il differenziale ha chiuso in area 103 punti, con il rendimento decennale che si è assestato allo 0,7%. Anche l’euro poco mosso passando di mano a 1,1829 dollari al barile e 129,96 yen.

Per quanto riguarda il petrolio, chiusura in forte rialzo. Il contratto Wti, in scadenza a ottobre, ha registrato un rialzo del 2,2% a 69,6 dollari al barile. Bene anche il Brent (+2% a 72,9 dollari).


Brunetta: “Green pass per tutti i lavoratori”. Pronta la legge per riportare i dipendenti della PA in ufficio

Ue: “Il prestito del Governo di 900 milioni ad Alitalia è illegale”