Il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani a Bruxelles rassicura che per Berlusconi la guerra in Ucraina è inaccetabile.

Il leader di Fi è ormai al centro dei riflettori in queste settimane. Parole da un certo peso, parole fraintese, dichiarazioni uscite a galla: tutti elementi negativi per l’integrità di un Governo se venissero correlate ad esso. A Bruxelles, Antonio Tajani interviene rassicurando che Berlusconi, come tutto il partito è assolutamente a favore della Nato, delle relazioni transatlantiche e dell’Europa. L’invasione in Ucraina è inaccetabile.

Antonio Tajani
Antonio Tajani

Il centrodestra si trova in una situazione spiacevole con Silvio Berlusconi. In un audio di ieri parla dell’invasione in Ucraina come un atteggiamento plausibile da parte di Putin, ma il leader di Fi ribadisce di essere in linea con Nato, Europa e Usa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

“La posizione è chiara”

A tal proposito, il coordinatore di Forza Italia Antonio Tajani a Bruxelles dichiara: “Confermo la posizione del leader del mio partito e la mia personale, totalmente a favore della Nato, a favore delle relazioni transatlantiche, a favore dell’Europa e contro l’inaccettabile invasione dell’Ucraina da parte della Russia”.

Tajani viene definito come un sostenitore convinto delle relazioni transatlantiche dal forte impegno verso il Paese: a dichiararlo è la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola. Il presidente del gruppo del Ppe nel Parlamento europeo e del partito, Manfred Weber, a Bruxelles, esprime gratitudine per la sua presenza che si mostra con estrema chiarezza.

Intanto Berlusconi è ancora amareggiato per le affermazioni che sono state filtrate dalla stampa. “Prima di tutto non è accurato, non è vero e di certo non contribuisce alla nostra linea politica, che è di forte solidarietà con l’Ucraina e di chiara condanna della Russia”, dichiara.

Per il vicepremier irlandese ed ex premier, Leo Varadkar, le parole del Cavaliere sono molto gravi, perché secondo gli “standard basilari nel Ppe bisogna essere pro europei, sostenere lo Stato di diritto e sostenere l’Ucraina nella sua lotta per la sopravvivenza e per la sovranità”. A proposito degli audio del senatore Silvio Berlusconi, l’ambasciatore ucraino a Roma Yaroslav Melnyk spiega: “Speriamo che queste dichiarazioni siano state a titolo personale e che non sia la posizione ufficiale del governo”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-10-2022


Renzi: “Pd masochista. Migliore alleato di Meloni”

Meloni: “Non tratto più con Berlusconi”