Busta sospetta indirizzata alla sindaca Chiara Appendino

Pacco bomba alla sindaca Appendino, paura al Consiglio comunale

Momenti di paura al Palazzo Civico di Torino per una busta sospetta indirizzata alla sindaca Chiara Appendino. Sospeso il Consiglio comunale.

TORINO – Il Consiglio comunale del 1° aprile 2019 è stato sospeso a Torino per un’allarme bomba. Nel pomeriggio di lunedì al Palazzo Civico è arrivata una busta sospetta con all’interno una pila con dei fili indirizzata alla sindaca Chiara Appendino. Immediata la chiamata agli artificieri che stanno verificando il contenuto di questa missiva. La seduta è stata sospesa con l’intero edificio evacuato per precauzione.

Sul posto la polizia e il questore Francesco Messina per capire meglio la vicenda. Gli inquirenti nelle prossime ore dovranno risalire ai mittenti di questa busta e la pista più battuta sembra essere quella degli anarchici che sui muri della città piemontese avevano scritto: “Appendino la scorta non ti basta“.

Artificieri
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Chiara Appendino nel mirino degli anarchici, la sindaca di Torino sotto scorta

Non è la prima volta che Chiara Appendino viene minacciata. Nei giorni scorsi sono state diverse le intimidazioni subite dalla sindaca di Torino che da circa un mese è stata messa sotto scorta proprio per il timore di un atto di violenza nei suoi confronti.

Ma questa decisione non ha spaventato gli anarchici che continuano a minacciare il primo cittadino della città della Mole. L’ultimo atto dimostrato è la busta recapitata al Consiglio comunale con una pista con dei fili all’interno. Il primo cittadino della città della Mole sarà sotto protezione anche nei prossimi mesi, almeno fino a quando il rischio di un possibile attentato non sia definitivamente svanito.

ultimo aggiornamento: 02-04-2019

X