Calciomercato Milan, Massimiliano Mirabelli a la Gazzetta dello Sport
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Milan, Mirabelli: “Tifosi, la svolta è vicina”

Massimiliano Mirabelli

Milan, Massimiliano Mirabelli torna a parlare: “Il primo acquisto sarà Conti. Al momento non è possibile fare alcuna operazione di mercato”.

Dopo le dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport, il ds del Milan Massimiliano Mirabelli ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport tornando sui temi di mercato e sulle vicissitudine societarie che hanno complicato i piani dei rossoneri in questa estate 2018.

Decreto Salva Casa: ecco tutte le modifiche che potrai apportare alla tua abitazione

Calciomercato Milan, acquisti? Non è il momento

Mirabelli ha parlato innanzitutto del tema più caldo del momento, ossia del calciomercato del Milan: “Non è possibile fare alcuna operazione di mercato, in questo momento. Il Milan è pronto a ripartire, ovviamente nel rispetto delle regole. Occorre farsi sempre trovare pronti: le riunioni di mercato proseguono perché il monitoraggio non si ferma, anche se per ora non abbiamo fatto passi concreti con nessuno, in modo da evitare brutte figure. Dopo di che vedremo, ma sarà un mercato attento, intelligente e abbastanza contenuto“.

Massimiliano Mirabelli ha poi parlato degli aspetti positivi della squadra dopo una stagione difficile ma che ha gettato le basi per il futuro: “Siamo stati la squadra più giovane dello scorso torneo. La strategia di puntare su giocatori giovani e italiani ha pagato e pagherà. Poi, certo, il saldo negativo dello scorso mercato è stato ampio, ma occorreva rifondare. Vi assicuro che se oggi vendessimo tutti i nuovi arrivati non solo non ci perderemmo, ma ci guadagneremmo. C’è un gruppo di italiani molto valido, tornerà Conti che sarà il nostro primo acquisto, e ne abbiamo altri otto che sono al Mondiale. Direi che abbiamo una buona base per costruire un grande Milan, a partire dall’allenatore“.

Andrea Conti
Fonte foto: https://www.facebook.com/Andrea-Conti-106993649977947/

Mirabelli ha poi parlato delle possibili cessioni del Milan: “Non ho alcun sentore di un eventuale fuggi fuggi. Basta pensare al rinnovo di Romagnoli, che si è legato a noi fino al 2022. E presto arriverà quello di Cutrone. Comunque fino a oggi nessuno ha mai chiesto di andare via. L’unico che ci ha fatto presente di avere altri progetti è Bacca. Per Carlos troveremo una soluzione in uscita, Cutrone resta, per Kalinic e Silva la situazione è in divenire. Di certo non teniamo nessuno controvoglia, ma occorre avere offerte adeguate“.

L’obiettivo principale dei rossoneri in vista di questo calciomercato 2018 è dunque quello di trattenere i big nella speranza di riuscire a portare a termine due o tre operazioni di rilievo che possano completare la rosa e renderla ancora più competitiva in vista della prossima stagione, quando l’obiettivo minimo tornerà ad essere quel quarto posto sfumato con Vincenzo Montella e solo accarezzato dallo stesso Gattuso.

Massimiliano Mirabelli, il Milan con Gennaro Gattuso ha fatto un salto di qualità

Il ds rossonero ha poi parlato di Gennaro Gattuso, forse la miglior scommessa della coppia Fassone-Mirabelli: “Affidandoci a lui abbiamo fatto un salto di qualità, ha dimostrato subito di essere un grande tecnico. Ha solo 40 anni, quindi in linea con un gruppo giovane e poi è un uomo-Milan. Fosse stato per lui avrebbe fatto il raduno il 1° luglio, non si ricordava più che c’era il Mondiale… In questi giorni eravamo in Russia e non riuscivamo nemmeno a camminare: lo fermavano ogni due metri, e gli capita così dappertutto. Anche perché il Milan ha dei tifosi fantastici, che sono un grande patrimonio di questo club. Basta pensare ai 65 mila col Craiova“.

Mirabelli ha poi concluso con uno slogan per i tifosi: Fidatevi di questo Milan, ci manca davvero poco per svoltare.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2018 9:20

Mondiali Usa, 18 giugno 1994: l’Italia perde all’esordio contro l’Irlanda

nl pixel