Anche Windows tiene una traccia piuttosto consistente dei nostri dati. Ecco come cancellare la cronologia di Windows e bloccarla.

Windows 10 colleziona e salva la cronologia delle nostre attività sia sul nostro computer sia in cloud, dai siti che visitiamo alla cronologia delle posizioni. Per fortuna, la cronologia di Windows è facilmente accessibile e non è nascosta in nessun modo, ed è anche molto facile gestirla e cancellarla.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Quali dati memorizza Windows 10

Come sappiamo, Microsoft ha deciso di applicare una gestione decisamente trasparente degli account, e la stessa cosa vale anche per i dati che possono essere salvati da Windows 10. In particolare, il sistema operativo memorizza:

La cronologia di navigazione di Edge;
La cronologia delle ricerche di Bing
Informazioni sulla posizione (se sono attivate)
I comandi vocali inviati a Cortana
L’utilizzo di Windows 10 per la gestione della sincronizzazione delle attività

Tutti questi dati vengono memorizzati sia sul nostro computer sia in cloud, ma non dobbiamo preoccuparci: la funzione infatti è globale e se decidiamo di eliminarli dal computer saranno rimossi anche dal Cloud.

Come cancellare la cronologia di Windows 10

Come sempre, la prima cosa da fare è aprire le impostazioni. Scegliamo la voce Privacy.

cronologia windows impostazioni

Scorriamo il menu della finestra che si apre fino a trovare Cronologia Attività. Ci sono diverse opzioni, ma nella prima parte togliamo le spunte a Archivia la cronologia delle attività in questo dispositivo e anche a invia la cronologia delle mie attività a Microsoft.

Nella parte bassa della finestra, disattiviamo le opzioni in corrispondenza di Mostra le attività per questo account, eventualmente per tutti quelli presenti.

Infine, per eliminare i dati già eventualmente memorizzati, facciamo click sul pulsante cancella in corrispondenza di Cancella cronologia attività.

Windows 10 ci chiederà un’ulteriore conferma, dal momento che i dati cancellati in questo modo non potranno essere recuperati.

Come sempre, ricordiamoci che il “nuovo” sistema di gestione delle informazioni di Windows non richiede conferme. Una volta attivate le diverse opzioni saranno immediatamente operative.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/vectors/sistema-operativo-windows-os-1995434/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 29-03-2020


Ascoltiamoci.it: consulenza psicologica online per affrontare la quarantena

Giochi da tavolo che possiamo giocare via Internet