Carlo Alighiero è morto all’età di 94 anni. L’attore e doppiatore per oltre mezzo secolo è stato protagonista dello spettacolo italiano.

ROMA – Nuovo lutto nel mondo del cinema, del teatro e della televisione italiana. E’ morto all’età di 94 anni Carlo Alighiero, conosciuto da tutti per la sua lunga e importante carriera nello spettacolo italiano. Il decesso, come scritto da La Repubblica, è avvenuto dopo una breve malattia nella giornata di domenica 12 settembre 2021.

Il cordoglio è stato immediato sui social e sicuramente nelle prossime settimane potrebbe essere organizzato un evento per consentire ad amici e colleghi di salutarlo per l’ultima volta. Con la sua scomparsa il mondo della recitazione perde un personaggio sicuramente importante.

Chi era Carlo Alighiero

Nato a Ostria nel 1927, Carlo Alighiero si è formato prima all’Accademia di Belle Arti di Brera e subito dopo all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica a Roma. Il debutto al teatro è avvenuto nel 1952 con Agamennone di Eschilo.

Subito dopo ha collaborato con Vittorio Gassman. Due apparizioni che hanno dato sicuramente il via definitivo alla sua lunga carriera durata per ben 70 anni e di questi la maggior parte trascorsi al fianco di Elena Cotta, moglie e collega oltre che un punto di riferimento nella sua vita. Il coronavirus ha interrotto la sua avventura, ma sicuramente il suo nome sarà ricordato anche dalle generazioni future.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Cinema
Cinema

Carlo Alighiero morto

La notizia della morte dell’attore e doppiatore è stata data dai familiari nella giornata di domenica 12 settembre 2021 anche se non si è entrati nei particolari. L’artista era malato da qualche mese e le condizioni erano peggiorate nelle ultime settimane.

Una scomparsa che chiude una pagina di storia del cinema e del teatro italiano, ma il suo nome resterà per sempre legato allo spettacolo del nostro Paese e anche le future generazioni lo ricorderanno.


Incidente in montagna in Valle d’Aosta, escursionista cade in un dirupo mentre scatta una foto

Gran Bretagna, passo indietro di Johnson: niente Green Pass per locali ed eventi