Champions League: la Juve s’inchina al Real, ok il Bayern a Siviglia

La sintesi delle gare d’andata dei quarti di finale di Champions League Juventus-Real Madrid e Siviglia-Bayern Monaco.

Avrebbe dovuto essere la gara della vendetta di Cardiff: invece, come in Galles la Juventus ha palesato la propria inferiorità rispetto al Real Madrid di un Cristiano Ronaldo in forma mondiale. Con una doppietta straordinaria, il portoghese ha frantumato i sogni della Juventus, schiantata con un netto 3-0 che, di fatto, regala pochissime chance di qualificazione ai bianconeri.

Bene invece il Bayern Monaco di Heynckes che, pur non brillando e anzi a tratti soffrendo a Siviglia, riesce a ribaltare l’iniziale svantaggio vincendo con un 2-1 importantissimo in chiave qualificazione. Montella e i suoi escono però dal Sanchez Pizjuan a testa alta.

Champions League, Juventus-Real Madrid

Inizio drammatico per la Juventus allo Stadium: passano tre minuti e Isco mette al centro per il solito Ronaldo che anticipa Barzagli e supera col destro Buffon. Vantaggio Real, ma la Juve non ci sta e inizi a gestire la palla con personalità, andando vicina al pari con Higuain. Pericolosa in ogni affondo, però, la squadra di Zidane, che al 36′ con Kroos trova una clamorosa traversa con un siluro di destro dal limite dell’area. Nel finale i bianconeri reclamano per un paio di episodi in area di rigore.

Nella ripresa la partita è più viva che mai, il Real sfiora il raddoppio, la Juve va vicina al pari. Al 64′ però Cristiano Ronaldo s’inventa il gol di questa edizione della Champions League: una rovesciata perfetta, con la sfera che s’infila alla sinistra di un Buffon impietrito. Eccezionale giocata del portoghese, che converte i fischi dello Stadium in uno scroscio di applausi. Due minuti dopo sciocchezza di Dybala che, già ammonito, si prende un durissimo cartellino rosso per un intervento in ritardo su Carvajal. Con l’uomo in più la chiude il Real: assist di Ronaldo, Marcelo scavalca Buffon e poi la spinge in rete per il 3-0. Nel finale può dilagare la squadra di Zidane, che sfiora il quarto gol con Kovacic, la cui conclusione si stampa sulla traversa.

Champions League, Siviglia-Bayern Monaco

Ottima prova di personalità da parte del Siviglia di Montella, che al Sanchez Pizjuan passa in vantaggio clamorosamente con Sanabria, che controlla un cross di Escudero col braccio (ma involontariamente) e super aUlreich col destro. A cinque minuti dal vantaggio spagnolo, però, i bavaresi trovano il pari con uno sfortunato autogol di Jesus Navas.

Nella ripresa spinge la squadra di Heynckes, che trova il raddoppio al 68′: cross di Ribery, schiacciata di testa di Thiago Alcantara e palla in rete. Il Siviglia non ci sta e prova con tutte le proprie forze a riacciuffare il pari.

Bayern Monaco
Esultanza Bayern Monaco (fonte foto https://twitter.com/FCBayern)

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-04-2018

Mauro Abbate

X