Alla scoperta dello stilista e imprenditore Giorgio Armani: dalle origini al successo di uno degli italiani più famosi del mondo.

Giorgio Armani è lo stilista e imprenditore italiano fondatore dell’Azienda Armani, uno dei marchi più importanti al mondo nel campo della moda. Armani è conosciuto in tutto il mondo come uno degli stilisti più talentuosi italiani. Ecco la sua storia: dalla biografia alla carriera di enorme successo, passando per alcune curiosità.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Giorgio Armani: biografia

Giorgio Armani è nato a Piacenza, l’11 luglio del 1934. Cresce a Piacenza dove studia al Liceo Scientifico Respighi. Nel 1949 la famiglia si trasferisce a Milano, città in cui si diploma al Liceo Leonardo da Vinci e in seguito si iscrive alla facoltà di medicina dell’Università statale. Dopo tre anni interrompe gli studi per la chiamata dell’esercito.

Giorgio Armani
Giorgio Armani

Giorgio Armani: carriera professionale

Dopo la leva obbligatoria trova lavoro come vetrinista e commesso per la Rinascente fino al 1965, anno in cui viene assunto da Nino Cerruti per ridisegnare la moda del marchio Hitman. Il suo nome compare direttamente nel mondo della moda attraverso il marchio di abbigliamento in pelle Sicons. Nel 1974 nasce infatti la linea Armani by Sicons, che lo convince definitivamente alla creazione di un marchio personale.

La sua prima collezione risale al 1975, anno in cui fonda l’azienda Armani. Nel luglio 2000 Armani ed il Gruppo Zegna firmano un accordo per produrre e distribuire le linee Armani Collezioni. Nel 2002 Armani firma un accordo con la ditta Safilo per la produzione di una esclusiva linea di occhiali, chiamata Emporio Armani occhiali.

Ha fondato una catena di boutiques diffusa in tutto il mondo e nel 2009 è diventato ambasciatore del movimento Internet for Peace fondato dalla rivista mensile Wired Italia con lo scopo di candidare Internet al Premio Nobel per la pace nel 2010.

Nel giugno 2013 apre la nuova boutique in via Condotti a Roma, alla cui inaugurazione partecipano nomi come Sophia Loren ed Emma Bonino.  Armani detiene anche una quota del 4,955% di Luxottica. Nel giugno 2020 vince il Premio la Moda Veste la Pace, un riconoscimento che l’Organizzazione Mondiale contro le Discriminazioni nella Moda, nell’arte e nello sport African Fashion Gate, conferisce ogni anno presso il Parlamento Europeo di Bruxelles.

Giorgio Armani: vita privata

Molto riservato sulla sua vita personale, si è pubblicamente dichiarato bisessuale. Ha avuto una lunga storia con lo stilista Sergio Galeotti, deceduto nel 1985. Armani ama andare in barca e possiede uno yacht di oltre 200 piedi sul quale passa molto del proprio tempo libero, dove spesso soggiorna nella costa ligure di Portovenere e le 5 terre.

Ha un profilo ufficiale su Instagram dove sono presenti alcune delle sue collezioni più famose. Di recente con una foto ha ricorda il compagno d’affari Leonardo Del Vecchio.

Patrimonio di Giorgio Armani

La sua ricchezza nel 2022 è stata valutata dalla rivista Forbes per circa 6,8 miliardi di dollari, risulta essere il 3º uomo più ricco d’Italia.

3 curiosità

  • Nel 2000 il Guggenheim Museum di New York gli attribuisce una retrospettiva. Oltre alla linea profumi di enorme successo, fra i suoi marchi più famosi sono esposti Emporio Armani e Armani Jeans.
  • Nel 1980 ha disegnato i costumi di scena di Richard Gere per il film American Gigolò, nel 2008 gli abiti indossati da Christian Bale, per Il cavaliere oscuro, e poi nel 2012 ne Il cavaliere oscuro – Il ritorno.
  • Negli anni ha pubblicato diversi dischi di musica ambient, elettronica e sperimentale intitolati Emporio Armani Caffè.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-08-2022


Chi è la giornalista Mia Ceran: volto tv di Quelli che il calcio

Chi è il ballerino Roberto Bolle? Ecco la carriera e la vita privata!