La storia e la carriera di Louis Chiron, il pilota al quale Leclerc ha dedicato il suo casco in occasione del GP di Monaco.

In occasione del Gran Premio di Monaco del 2021, Charles Leclerc ha deciso di omaggiare Louis Chiron, uno dei pionieri delle gare automobilistiche e senza ombra di dubbio uno dei piloti più forti in circolazione nell’epoca poi interrotta dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Chi era Louis Chiron, il pilota di Monaco

Nato a Monaco il 3 agosto 1899, Chiron prende la doppia cittadinanza: monegasca e francese. Inizia la sua carriera nel mondo dei motori, da pilota, al volante di una Bugatti, con la quale si mette in mostra in occasione di alcune gare disputate a livello locale. Inizia ufficialmente la sua carriera nel mondo delle corse nel 1927, in occasione del GP di Spagna, che si concluderà con un ritiro.

Pochi sanno che prima di diventare pilota, Chiron era un ballerino professionista. Proprio da ballerino conobbe la donna che gli avrebbe permesso – anche economicamente – di disputare le sue prime corse.

Il primo successo in carriera arriva nel 1928, quando vince il GP d’Italia. Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale avrebbe poi frenato la sua ascesa. Dopo il conflitto torna a correre e nel 1950 prende parte al primo Mondiale di Formula 1, al quale partecipa con una Maserati. La sua ultima gara risale al 1958. Ritiratosi dal mondo dei motori, diventa per qualche anno direttore di gara.

Louis Chiron
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/Louis_Chiron

Louis Chiron e la vittoria nel GP di Monaco

Nel Principato Chiron è una sorta di leggenda dal 1931, anno nel quale vinse il GP di Monaco. Si tratta dell’unico monegasco ad aver mai trionfato in casa. E non sorprende che quindi Charles Leclerc, anche lui di Monaco, abbia deciso di omaggiarlo e ricordarlo con un casco speciale.

La morte

Chiron muore il 22 giugno del 1979, quando ormai il suo nome è diventato leggenda nella storia delle corse automobilistiche.


Chi è Charles Leclerc, il pilota della Ferrari

Chi è Elia Viviani, il portabandiera alle Olimpiadi di Tokyo