Chi è Medhi Benatia, la carriera e la vita privata dell’ex difensore di Juventus e Roma.

ROMA – Medhi Benatia annuncia il ritiro dal calcio giocato. Con una lettera il difensore marocchino ha dato l’addio alla sua esperienza da professionista dopo oltre 15 anni di attività. Andiamo a ripercorrere la carriera del giocatore che in Italia ha vestito le maglie di Udinese, Roma e Juventus.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi è Medhi Benatia, la carriera dell’ex difensore marocchino

Nato a Courcouronnes, in Francia, il 17 aprile 1987, Medhi Benatia ha iniziato a giocare a calcio nelle giovanili del Clairefontaine. La grande svolta della sua carriera è sicuramente arrivato nel 2003 quando il Marsiglia lo ha chiamato e gli ha permesso di fare l’esordio tra i professionisti con la seconda squadra.

Un prestito al Tour e al Lorient prima di accettare la proposta del Clermont. Nel 2010 la decisione di trasferirsi in Italia e giocare con la maglia dell’Udinese. Una esperienza sicuramente importante per lui prima di fare definitivamente il grande salto. Roma, Bayern Monaco e Juventus le big della sua lunga carriera che lo ha visto protagonista anche in campionati minori con le maglie di Al-Duhail e Fatih Karagumruk.

Il ritiro

Il 9 dicembre 2021 con una lettera l’ex difensore ha annunciato la propria decisione di appendere le scarpe al chiodo. Per lui presto una nuova esperienza. Al momento non si hanno particolari informazioni e toccherà allo stesso giocatore svelare il proprio futuro. Non si esclude anche un ritorno in Italia come tecnico o dirigente.

Benatia
Benatia

La moglie, i figli e la vita privata di Medhi Benatia

Al suo fianco ormai da diversi anni c’è Cecile, conosciuta all’età di 17 anni e da quel momento non si sono più lasciati. La coppia ha anche tre figli: Lina, nata nel 2011, Kays, nel 2013 e Alya nel 2015.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 09-12-2021


Chi è Enrico Varriale, giornalista della RAI

Amélie Mauresmo la nuova direttrice del Roland Garros