Scopriamo cosa si sa sulla biografia e la carriera di Nicolai Lilin, scrittore, artista e conduttore televisivo italiano di origine russa.

Nicolai Verjbitkii intraprende la sua carriera in qualità di scrittore con lo pseudonimo di Nicolai Lilin e, grazie al suo talento e al suo desiderio di raccontare, diventa ben presto uno scrittore di successo. Uno dei suoi libri più venduti diviene anche un film, anch’esso di successo, ovvero Educazione siberiana. Entra in contatto con il grande pubblico anche grazie alle sue apparizioni nelle trasmissioni televisive come conduttore ed opinionista. Scopriamo qualcosa in più sulla sua vita professionale ma anche su quella privata.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Nicolai Lilin: la biografia

Nicolai Lilin, pseudonimo di Nicolai Verjbitkii nasce il 12 febbraio del 1980, a Bender, allora parte del RSS di Moldavia. Il suo pseudonimo Lilin deriva dal nome della madre, Lilia. Il suo cognome invece è di origine nobile polacca, iscritta nel registro della nobiltà russa.

La carriera di Nicolai Lilin

La sua carriera nel mondo della letteratura comincia con la pubblicazione del suo romanzo d’esordio intitolato Educazione Siberiana. Il libro racconta la formazione del protagonista all’interno della comunità degli Urka siberiani ed è ambientato in Transnistria, Moldavia. Il romanzo ha avuto molto successo, ha ricevuto i complimenti di diversi personaggi tra cui anche Roberto Saviano e ne è stato realizzato un film, anch’esso risultato di successo.

L’anno successivo, nel 2010, Nicolai pubblica il suo secondo romanzo intitolato Caduta Libera e che riceve due premiazioni: il premio Minerva per la Letteratura di impegno Civile e il premio La Magna Capitana di Foggia. Nel giro di nove anni lo scrittore pubblica ben dieci romanzi. Nel 2020 pubblica Putin. L’ultimo zar, dove ricostruisce l’ascesa politica di Vladimir Putin. Nel 2021 esce il suo primo libro per ragazzi, Le fiabe della terra addormentata.

Oltre alla carriera da scrittore, Lilin approda anche sul grande schermo, in qualità di conduttore. Conduce nel 2013 il programma Mankind – La storia secondo Italia 1 e nel 2016 la seconda stagione del programma I miei 60 giorni all’inferno, in onda su Crime+ Investigation. Dal 2017 cura la rubrica La versione di Lilin, su TgCom24.

Nicolai Lilin e la vita privata

La famiglia di Nicolai ha origini e tradizioni siberiane. Era molto legato a suo nonno di nome Boris, a cui si è ispirato per raccontare alcuni dei suoi personaggi più carismatici. Vive in Italia dal 2004, assieme alla moglie. Assieme hanno una figlia di nome Elena. Ha vissuto prima nel Piemonte, a Cavallerleone, e successivamente nella città di Milano. Non è noto il patrimonio dello scrittore Lilin.

4 curiosità sullo scrittore Nicolai

  • Ha cittadinanza italiana.
  • Il suo profilo Instagram è molto seguito.
  • Nicolai è anche artista,le sue opere sono state esposte anche alla Triennale di Milano, al Castello di Susan e al Museo del 900.
  • Ha un profilo Instagram aggiuntivo dedicato alle sue opere d’arte.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-04-2022


Chi è Maria Zacharova, portavoce del Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov

Chi è Nadia Murad, attivista per i diritti umani