Ecco chi è il braccio d’oro del tennis Paolo Bertolucci, allenatore e commentatore televisivo di Sky Sport.

Una lunga carriera fatta di allenamenti, tornei e sfide continue lo porta ad essere il giocatore numero uno del tennis. Parliamo di Paolo Bertolucci, ora commentatore di Sky Sport, l’autorevole voce di commento sportivo tra le più seguite e molto attivo nel dibattito pubblico sportivo. Ma scopriamo qualcosa in più su di lui.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Paolo Bertolucci: la biografia

Paolo Bertolucci nasce a Forte dei Marmi il 3 agosto 1951. La sua carriera sportiva inizia molto presto e viene infatti soprannominato il braccio d’oro del tennis. Riguardo i suoi studi e la sua vita personale non si conosce quasi nulla, il suo nome è conosciuto nell’ambiente sportivo, più particolarmente nel mondo del tennis.

Polo Bertolucci: carriera professionale

Nel 1966 a soli 14 anni partecipa ai Campionati italiani Under 16, dove risultò vincitore. Nel 69 partecipa anche agli Under 18 dove conquista anche qui il primato. Nel 1972 vince il torneo di Catania dove si scontra con Martin Mulligan per 6-4, 6-4, 7-6. L’anno successivo giunge nei quarti di finale al Roland Garros e nello stesso anno raggiunge la semifinale agli Internazionali d’Italia come primo tennista italiano dell’era Open. Qui viene sconfitto da Ilie Nastase.

Negli stessi anni raggiunge il suo best ranking ATP, alla popolazione numero 12 che risulta la sesta più alta raggiunta da un italiano. Nel 74 vince contro Adriano Panatta diventando il tennista numero uno italiano. L’anno dopo al torneo di Bournemouth approda in finale sconfiggendo in semifinale Hans Kary. Alla fine del torneo si arrende a Ilie Nastase con un 1-6, 3-6, 2-6.

La carriera sportiva di Bertolucci è un disputarsi di partire nelle quali arriva quasi sempre ad essere tra i primi, ricca di scontri sportivi e amicizie diventa uno dei tennisti più conosciti. Nel 1976 vince con la squadra italiana la Coppa Davis. Dalla semifinale di Roma, insieme a Panatta, contro l’Australia rappresenta uno dei vincitori di Wimbledon Peter McNamara/Paul McNamee. La sua carriera agonistica termina nel 1983.

Dopo il ritiro diventa capitano della squadra italiana di Coppa David, tra il 97 e il 2000. Nel 96 è la guida della Nazionale alla finale portando la squadra a disputare la partita che non si verificava dal 1980.

Attualmente Paolo Bertolucci è commentatore televisivo per Sky Sport, Nel 2015 pubblica, per l’editore Ultra Sport, la sua biografia Pasta Kid.

Polo Bertolucci: vita privata

Della vita privata di Bertolucci si conosce veramente poco e la sua attività sui social è presente solo su Twitter. Non si hanno informazioni nemmeno per quel che riguarda il sui patrimonio.

4 curiosità su di lui

  • Pasta kid è il soprannome datogli dal giornalista americano Bud Collins, per la sua passione per il buon cibo e il fisico non proprio atletico.
  • insieme ad Adriano Panatta, Corrado Barazzutti e Tonino Zugarelli sono soprannominati i quattro moschettieri italiani.
  • Assieme ad Adriano Panatta nel 1976, durante la finale di Davis contro il Cile indossò una maglietta rossa in segno di protesta contro la dittatura Pinochet.
  • È l’unico tennista italiano a vincere tre tornei nella stessa stagione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-06-2022


Chi è Wilfried Gnonto: il baby attaccante che debuttato col botto in Nazionale

Scopriamo Ernesto Galli della Loggia, storico ed editorialista