Vincenzo Spadafora è nato a Afragola il 12 marzo 1974. Ha ricoperto l’incarico di ministro dello Sport. In precedenza, all’Unicef…

Vincenzo Spadafora è stato ministro dello Sport in un momento storico particolarmente difficile, quello dell’emergenza coronavirus, che ha portato all’interruzione delle attività sportive. Decisione complessa che ha portato l’allora ministro al centro delle polemiche.

Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Chi è Vincenzo Spadafora

Nato a Afragola il 12 marzo 1974, dopo aver conseguito il diploma di liceo classico si trasferisce a Roma, dove inizia a collaborare con l’Unicef. Dopo diverse esperienze umanitarie nel campo delle Organizzazioni Non Governative, nel 2008 viene nominato presidente di Unicef Italia, carica che ricopre fino al 2011.

Prime esperienze politiche

Inizia la carriera politica nel 1998 da segretario particolare del presidente della Regione Campania Andrea Losco (UDEUR). Lavora poi nella segreteria dei Verdi di Alfonso Pecoraro Scanio e nel 2006 diviene capo segreteria sotto Francesco Rutelli al Ministero dei Beni Culturali.

Garante per l’infanzia e l’adolescenza

Il 29 novembre 2011 viene nominato, dal presidente della Camera Gianfranco Fini e dal presidente del Senato Renato Schifani, primo garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Vincenzo Spadafora parlamentare

Finita nel 2016 l’esperienza all’authority, entra a far parte dello staff di Luigi Di Maio, di cui diventa responsabile delle relazioni istituzionali. Così, alle elezioni politiche del 2018 viene candidato dal Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale di Casoria, che vince con il 59,4%, venendo quindi eletto deputato.

Spadafora Ministro dello Sport

Il 12 giugno 2018 diventa sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle pari opportunità e ai giovani nel primo Governo Conte. E’ spesso protagonista di scontro con il Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, esponente della Lega, soprattutto in materia di lotta all’omofobia. Dopo la fuoruscita della Lega dall’Esecutivo, Spadafora è tra i promotori dell’accordo con il Pd. E il 4 settembre 2019, il premier Conte lo nomina Ministro dei Giovani e dello Sport.

Il coming out di Spadafora

il 7 novembre 2021 Vincenzo Spadafora ha parlato in televisione della sua vita privata facendo coming out e facendo sapere di essere omosessuale. Un toccante annuncio in diretta televisiva che ha visto l’ex ministro visibilmente commosso nel parlare della sua sfera privata.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 07-11-2021


Spadafora fa coming out: “Io omosessuale”

Bonus terme, al via le prenotazioni. Come funziona e come richiederlo