Il Chelsea ha vinto il Mondiale per Club 2022. La squadra inglese ha superato 2-1 il Palmeiras.

ABU DHABI (EMIRATI ARABI UNITI) – E’ il Chelsea il trionfatore al Mondiale per Club 2022. I Blues hanno faticato, ma sono riusciti a portare a casa il trofeo superando ai tempi supplementari un Palmeiras che non ha reso la vita facile ai propri avversari.

Una partita che ha permesso ai ragazzi di Tuchel di portare per la prima volta questo trofeo. Ora nei prossimi giorni ritorneranno in campo in Premier League per completare al meglio la stagione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il Chelsea vince il Mondiale per Club. Ancora a segno Lukaku

Una partita, come detto, non assolutamente semplice per il Chelsea. Il match si è sbloccato nella ripresa quando Lukaku è riuscito su assist di Hudson-Odoi a firmare l’1-0. Nove minuti, dopo, però, il Palmeiras forse un po’ a sorpresa è riuscito a pareggiare con il rigore di Veiga.

Da questo momento le due squadre spingono per trovare la rete decisiva, ma il match resta in parità fino al 117′ quando dagli undici metri Havertz è andato a realizzare il gol del 2-1 e regalare il primo trofeo al Chelsea. Da segnalare nel finale un cartellino rosso a Luan, ma l’espulsione non ha avuto un ruolo fondamentale nel punteggio finale.

Pallone calcio
Pallone calcio

Terzo posto per Al Ahly

Sul terzino gradino del podio sale Al Ahly. La squadra africana è riuscita a superare con un netto 4-0 l’Al-Ahilal in una sfida chiusa già nel primo tempo. Sono tre i gol messi a segno dalla squadra nei 45 minuti iniziali sfruttando anche il doppio cartellino rosso rifilato agli avversari. Poi la quarta rete è arrivata nella ripresa.

Una partita, come detto, fortemente condizionata dalle scelte arbitrali e non sono da escludere in futuro delle polemiche per le decisioni prese dal direttore di gara.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 12-02-2022


Serie A, vincono Lazio e Venezia. Pari tra Napoli e Inter

Milan, Pioli: “Leao? Sostituito presto perché stava calando”