Mondiali Volley 2018: il sogno diventa realtà in Giappone. L’Italvolley femminile conquista l’accesso alla finalissima dopo aver battuto la Cina.

YOKOHAMA (GIAPPONE) – Le ragazze terribili non hanno nessuna intenzione di fermarsi. Il k.o. con la Serbia è stato un piccolo incidente di percorso e le azzurre si sono subito riscattate in semifinale contro la Cina. Vittoria al quinto set e soprattutto finale conquistata. Un traguardavo che mancava dal lontano 2002 quando poi la nazionale italiana trionfò.

L’appuntamento è fissato domani 20 ottobre 2018 alle 12:40 (ora italiana) contro la Serbia. Una sfida che vale un titolo iridato, non pronosticabile alla vigilia di questa competizione.

Mondiali Volley 2018, Italia in finale. La Cina battuta per 3-2

Partenza sprint dell’Italia che domina il primo set con il punteggio di 25-18, senza lasciare mai spazio alla squadra avversaria. Le campionesse olimpiche in carica reagiscono nel secondo e sfruttando qualche piccola indecisione da parte delle azzurre, ottengono il break decisivo e lo conservano fino alla fine con il parziale di 25-21.

Nel terzo set le ragazze di Mazzanti tirano fuori l’orgoglio, e dopo una partenza a rilento riescono a mettere il turbo e con un netto 25-16 si regalano la possibilità di giocare almeno fino al tie-break. Nel quarto la partita prosegue sulla falsa riga di quello precedente, con le azzurre che nella seconda fase del set provano ad allungare ma la Cina è brava a rientrare, annullare due palle match e portare la sfida al quinto con il parziale di 31-29.

Nell’ultimo set punto a punto, con la tensione molto alta per entrambe le squadre. Alla fine ci pensa una super Paola Egonu a chiudere i giochi sul 17-15 e regalare la finale ai colori azzurri.

La migliore in casa azzurra è stata Paola Egonu che ha messo a referto ben 45 punti. In doppia cifra anche Miryam Sylla (23) e Anna Danesi (12).

Mondiali Volley 2018, Cina-Italia 2-3 (18-25 25-21 16-25 31-29 15-17)

Cina: Yuan 16, Zhu 26, Hu 2, Gong 8, Zheng 8, Zhang 1, Yao, Li 8, Ding 1, Yan 17, Wang (L). N.E. Yang, Liu, Lin.  Coach Lang Ping

Italia: Cambi, Malinov 1, De Gennaro (L), Chirichella 8, Danesi 12, Bosetti L. 9, Sylla 23, Egonu 45, Parrocchiale. N.E. Ortolani, Nwakalor, Fahr, Pietrini, Lubian. Coach Mazzanti

Arbitri: Goran Gradinski (Serbia) e Susanna Maria Rodriguez Jativa (Spagna)

fonte foto copertina https://www.facebook.com/ConiNews/


MotoGP, Dovizioso il migliore nelle libere. Lorenzo out a Motegi

Formula 1, Hamilton domina le libere. Rabbia Vettel: tre posizioni di penalità