L’Agenzia delle Entrate ha inviato una circolare per chi non rispetta i criteri per il bonus.

La circolare dell’Agenzia delle Entrate sulle novità introdotte dai decreti Aiuti e Aiuti bis fornisce le direttive sugli obblighi per gli acquirenti dei crediti di imposta stabilendo degli “indici di diligenza”. Questi indici porteranno maggiori controlli chi non li rispetta. Come spiega l’Agenzia, si tratta di criteri che evitano i controlli chi li rispetta, altrimenti portano a controlli molto più rigidi.

Tra i criteri ci sono: l’incoerenza reddituale, l’incoerenza tra valore credito e il profilo finanziario del cliente, la sproporzione tra l’ammontare crediti ceduti e il valore dell’unità immobiliare, e la mancata effettuazione dei lavori. Per quanto riguarda la cessione dei crediti per fini edilizi, il fornitore è responsabile in solido con il beneficiario della detrazione se ha operato con dolo o colpa grave.

ristrutturazione casa progetto
ristrutturazione casa progetto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le novità sul superbonus introdotte dai decreti Aiuti

Si considera dolo quando il cessionario è consapevole dell’inesistenza del credito. Mentre la colpa grave è quando l’acquisto di crediti è eseguito senza la documentazione richiesta o in presenza di contraddittorietà. La circolare dell’Agenzia delle entrate contiene anche indicazioni utili su errori di comunicazione o ritardi nella comunicazione.

La circolare inoltre informa anche riguardo ai ritardi e affronta il tema delle scadenze. Tutti i chiarimenti legati ai decreti approvati dal governo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-10-2022


Contratto Sanità: aumenti in busta paga

Pesaro, posti da 1300 euro al mese “Ma dai giovani nessun segnale”