Se dobbiamo fare semplici montaggi o modifiche ai nostri video, YouTube Video Editor è lo strumento ideale e si trova già nel sito.

Il mondo è pieno di programmi per l’editing video, a prescindere dalla piattaforma. Windows, Linux o macOS propongono all’utilizzatore un ampio numero di programmi differenti da utilizzare per gli obiettivi più disparati. Ma se Se dobbiamo caricare un video su YouTube e non dobbiamo fare lavorazioni particolarmente complesse, possiamo usare Youtube Video Editor e fare tutto direttamente dalla piattaforma.

Se abbiamo bisogno di eseguire una modifica semplice, senza particolari fronzoli, infatti, la piattforma dispone già di uno strumento, anche se “nascosto”, in grado di competere con i più basilari programmi per fare video.

Che cos’è Youtube Video Editor?

Youtube Video Editor è il programma di editing integrato all’interno delle funzioni di upload del più noto servizio di video sharing al mondo. L’editor non ha molte funzioni avanzate ma può risolvere alcuni dei problemi più comuni che possiamo riscontrare quando registriamo dei video.

Queste sono alcune delle cose che Youtube Editor può fare:

  • Tagliare via parti di video
  • Aggiungere al video canzoni royalty free
  • Creare schermate finali per il video
  • Sfocare all’interno del filmato volti o aree

Al momento mancano, per esempio, la possibilità di importare altri video, aggiungere effetti speciali o grafiche. Ma tutto sommato, se ci serve una modifica veloce, ha tutto quello che ci serve. Inoltre, essendo già incluso in YouTube, non richiede nessuna installazione e nessuna sottoscrizione ad altri servizi.

Come accedere a Youtube Video Editor

YouTube Video Editor è una funzione più o meno nascosta all’interno dell’interfaccia del noto sito di video sharing; vediamo insieme come arrivare ad utilizzarlo.

Apriamo Youtube, effettuiamo il login con il nostro account e poi facciamo click sul nostro avatar, nell’angolo alto a destra dello schermo.
Da lì clicchiamo sull’opzione Youtube Studio.

Youtube video editor

Sempre sull’angolo in alto a destra dello schermo troveremo la voce Crea e per cliccare poi su Carica Video.

Scegliamo il video che vogliamo caricare dal nostro computer utilizzando il drag & drop o il pulsante Seleziona File.

Completiamo la procedura caricando il video e completando le informazioni senza però renderlo pubblico, il tutto in base alle opzioni di visibilità che scegliamo.

Una volta caricato il video e pubblicato in forma privata portiamo il mouse sopra il video stesso nell’elenco di quelli caricati per far comparire delle icone; clicchiamo su quella con il logo di Youtube per aprire il video ed il player apposito.

Clicchiamo poi sul pulsante Modifica Video per aprire una pagina particolare di Youtube Studio.

Qui sulla cui sinistra è possibile trovare l’attesa opzione Editor.

Come funziona Youtube Video Editor

Se è la prima volta che lo usiamo, YouTube Video Editor ci accoglierà con una schermata introduttiva.

Superata questa ci permette di interagire con quattro differenti sezioni: Video, Audio, Sfocatura e la possibilità di aggiungere una schermata finale

Questi parametri ci sono presentati attraverso una classica timeline dove i contenuti sono ordinati dal punto di vista temporale.

Cliccando la sezione Video sarà possibile utilizzare il comando Dividi per tagliare segmenti del video.

Cliccando la sezione Audio è possibile aggiungere musica al video, sfruttando la libreria di canzoni royalty free di Youtube

Cliccando la sezione schermata dfinale sarà possibile crearsi la propria end card sfruttando modificando dei template prefatti.

Cliccando la sezione Sfocatura sarà possibile cominciare una procedura che ci chiederà di selezionare i volti delle persone o le aree del video che vogliamo sfocare.

Una volta ultimate le modifiche clicchiamo sul pulsante Salva in alto a destra per poter finalmente vedere il nostro video pubblicato per l’occasione.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
editor guide tech video youtube

ultimo aggiornamento: 22-12-2020


Come gestire i problemi con le notifiche di Gmail

Come scegliere il microfono predefinito in Windows 10