Accompagnata dal ministro Gilberto Pichetto, Giorgia Meloni viene accolta da Al-Sisi alla Cop27 a Sharm el-Shieikh.

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni si trova a Sharm el-Sheikh per la cerimonia della Cop27, la conferenza sul clima delle Nazioni Unite. Accompagnata dal ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, la premier viene accolta dal presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi e dal segretario generale dell’Onu Antonio Guterres.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Gli incontri di Giorgia Meloni

Tra i primi incontri di Giorgia Meloni si sono tenuti quelli con il presidente dello Stato di Israele, Isaac Herzog, poi con il primo Ministro del Regno Unito, Rishi Sunak e infine con il primo ministro della Repubblica federale democratica di Etiopia, Abiy Ahmed.

Con Abiy Ahmed, Meloni ha discusso delle opportunità di rafforzamento dei legami economici soprattutto in campo energetico. L’attenzione si è spostata invece sulla guerra in Ucraina durante il colloquio con Sunak, sottolineando l’importanza della cooperazione tra Italia e Regno Unito in ambito G7 e NATO. La volontà e quella di rafforzare il legame transatlantico e lavorare insieme per sviluppare ulteriormente le relazioni bilaterali tra Roma e Londra.

Lo scambio con Isaac Herzog invece si è concentrato sull’eccellente collaborazione bilaterale e sulla transizione energetica. Il premier si è detta pronta a collaborare con il futuro nuovo Governo israeliano per rafforzare il partenariato italo-israeliano nell’ambito industriale e tecnologico e nel settore delle tecnologie pulite per l’ambiente.

“Clima, sfida più grande”

La conferenza a Sharm el-Sheikh sul cambiamento climatico sembra aver sollevato molti commenti. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato che fra le tante sfide da dover affrontare, “il cambiamento climatico è la più grande. Questa Cop27 dovrà tenere traccia delle promesse. Dobbiamo fare tutto il possibile per mantenere”. Per la presidente della Bce, Christine Lagarde, il clima è un fattore chiave anche per la Bce.

Un problema possibile da affrontare insieme, secondo Sunak. Ma per Antonio Guterres è necessario un Patto di solidarietà climatica fra Stati ricchi e Stati emergenti: “Un Patto in cui tutti i paesi facciano uno sforzo ulteriore per ridurre le emissioni in questa decade, in linea con l’obiettivo di 1,5 gradi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-11-2022


Ponte sullo Stretto, domani Salvini incontra Forza Italia

Ong: Humanity 1 presenta un ricorso al Tar del Lazio