Lazio-Celtic, la conferenza stampa di Simone Inzaghi e Francesco Acerbi

Lazio-Celtic, Simone Inzaghi: “Dobbiamo muovere la classifica”

Lazio-Celtic, la conferenza stampa di Simone Inzaghi e Francesco Acerbi. Il tecnico dei bianco-celesti: “Dobbiamo assolutamente muovere la classifica”.

Alla vigilia di Lazio-Celtic, il tecnico dei biancocelesti Simone Inzaghi e Francesco Acerbi hanno parlato in conferenza stampa presentando la sfida che i capitolini devono vincere per continuare a coltivare il sogno europeo.

Lazio-Celtic, la conferenza stampa di Simone Inzaghi

Il tecnico della Lazio ha parlato della partita fissando gli obiettivi. O meglio l’obiettivo, l’unico risultato utile, la vittoria.

“Dobbiamo assolutamente vincere e muovere la classifica, sapendo che non sarà una gara semplice perché il Celtic è una squadra fisica e con giocatori di qualità”.

Simone Inzaghi ha poi fatto il punto della situazione sugli infortunati

“Abbiamo qualche problema con Correa, Caicedo e Leiva che saranno da valutare. Per la botta alla spalla di Felipe temevamo qualcosa di più serio, ma comunque ha una forte contusione. Anche Immobile e Lulic ieri erano un po’ affaticati. Per loro due però sono fiducioso, mentre i primi tre li osserverò con molta attenzione nel prossimo allenamento”.

Il tecnico ha poi fatto una riflessione sulla gara di andata

“Vorrei vedere la stessa prova, chiaramente con un risultato diverso. Abbiamo fatto un’ottima gara però abbiamo commesso degli errori che a determinati livelli non ti puoi permettere. Quindi dovremo prestare molta più attenzione rispetto alla partita del Celtic Park“.

Simone Inzaghi
fonte foto https://twitter.com/OfficialSSLazio

Acerbi: “Contro queste squadre è sempre difficile”

Acerbi ha parlato di una sfida difficile per la caratura degli avversari e per il carattere del Celtic, una squadra storicamente abituata a calcare i grandi palcoscenici del calcio internazionale.

“Contro queste squadre è sempre difficile: il Celtic è una formazione fisica e cattiva, quindi conta mettere la mentalità giusta da subito perché la qualità non basta. Speriamo di fare una grandissima partita: sarà fondamentale l’approccio, per portare a casa questo risultato. Se non entriamo con cattiveria sapendo che è l’ultima spiaggia, allora sarebbe meglio lasciar perdere”.

Il difensore ha poi parlato del suo rendimento in questa stagione

“Spesso ho giocato a tre sia in Serie B che in Serie A. Ormai mi diverto semplicemente a giocare, cerco sempre di fare quello che mi chiede il mister con massimo impegno e dedizione. Per quanto riguarda i gol subiti, cerchiamo tutti insieme di migliorare anche sotto questo aspetto. E’ anche difficile lavorare sulla fase difensiva, giocando ogni tre giorni. Però sappiamo quello che dobbiamo fare”.

ultimo aggiornamento: 06-11-2019

X