Corea del Sud, caccia militari sparano colpi di avvertimento contro un aereo russo entrato nello spazio aereo nazionale. Si tratta del primo episodio di sconfinamento.

Alta tensione nei cieli della Corea del Sud, con aerei dell’aviazione coreana che hanno sparato colpi di avvertimenti contro un jet russo che aveva sconfinato entrando nello spazio aereo nazionale. L’episodio torna ad infiammare lo scenario geopolitico coreano, con la Russia che ha preferito non commentare la vicenda in attesa di chiarire la dinamica esatta dell’incidente.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Aereo russo entra in spazio aereo della Corea del Sud, caccia dell’aviazione militare sparano colpi di avvertimento

Stando a quanto riferito dai media locali, tre aerei militari russi sono entrati nella zona di identificazione sudcoreana nella zona orientale. Uno dei tre velivoli sarebbe poi entrato nello spazio aereo sud-coreano. A qual punto sarebbe stato intercettato e raggiunto da alcuni aerei dell’aviazione militare della Corea del Sud che hanno esploso alcuni colpi di avvertimento.

Si tratta del primo caso di sconfinamento da parte di un aereo militare russo, probabilmente un bombardiere. Stando alle informazioni raccolte, l’aereo avrebbe invaso due volte in poco tempo lo spazio aereo sud-coreano spingendo le autorità a schierare i caccia per sventare la minaccia.

Anche aerei cinesi nello spazio aereo sud-coreano

I media sud-coreani, come riferito dall’Adnkronos, riferiscono che anche alcuni aerei dell’aviazione militare cinese avrebbero invaso lo spazio aereo sud-coreano. Nelle ore successive all’incidente Cina e Russia hanno preferito non commentare la vicenda, probabilmente in attesa di una ricostruzione chiara e affidabile di quanto accaduto.

Corea del Sud e Stati Uniti faranno probabilmente pressioni su Mosca per provare a comprendere l’obiettivo dello sconfinamento aereo. Si ipotizza infatti che l’episodio sia stato volontario e non un errore da parte del pilota (o dei piloti).

ultimo aggiornamento: 23-07-2019


E’ morto Yukika Amano, direttore generale dell’Aiea

Cristiano Ronaldo è innocente, cadono le accuse di violenza sessuale