Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile di domenica 31 maggio

Coronavirus, 355 contagi e 75 morti in un giorno

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile di domenica 31 maggio 2020.

ROMA – Il bollettino della Protezione Civile di domenica 31 maggio 2020 conferma il trend in calo del coronavirus in Italia. I contagi registrati in un solo giorno sono stati 355 con una crescita dello 0,2%.

La curva, quindi, si conferma in discesa anche se l’attenzione resta molto alta. Le prossime due settimane potrebbero essere decisive per valutare gli effetti del weekend ‘pazzo’ subito dopo la riapertura mentre per quelli del via libera agli spostamenti in Italia bisognerà aspettare la seconda metà di giugno.

Coronavirus in Italia, il bilancio di domenica 31 maggio 2020

355 contagi, 75 decessi e 1.874 guariti in un giorno. E’ questo il bilancio comunicato della Protezione Civile. Dati più bassi rispetto a sabato con l’unico numero a crescere che è quello del rapporto tra tamponi fatti e malati trovati pari allo 0,7%. Un aumento dovuto a un importante calo dei test che sono state oltre diecimila in meno in confronto del giorno precedente.

In calo anche il numero dei morti che nelle ultime 24 ore è stato di 75 dopo i 111 di sabato. Una decrescita destinata a consolidarsi nelle prossime settimane visto che la pressione sui servizi sanitari continua ad essere sempre inferiore. Nell’ultimo giorno sono 15 i pazienti in meno in terapia intensiva e 293 quelli ricoverati. Diminuiscono di 1.308 unità gli italiani in isolamento domiciliare.

I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 1.874 con la diminuzione dei malato che è stata di 1.616 unità.

Dati Covid 31 maggio 2020
I dati del 31 maggio (fonte foto comunicato stampa)

Calo dei positivi in Lombardia

Numeri positivi anche in Lombardia. 210 casi nelle ultime 24 ore nella regione più colpita da questo coronavirus. Nel resto dell’Italia la crescita si conferma ai minimi con nessuno che ha registrato una crescita a tre cifre con la percentuale compresa tra lo 0,1% e lo 0,2%.

Basilicata, Umbria e Calabria sembrano essere vicini all’uscita dall’emergenza con rispettivamente sette, cinque e quattro giorni senza positivi. Subito dietro Sardegna e Molise che sono ormai da 48 ore che non segnalano contagi.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus

fonte foto copertina comunicato stampa

ultimo aggiornamento: 01-06-2020

X