Coronavirus, Giuseppe Conte: ‘La fase 2 non è un liberi tutti’. Poi blinda la maggioranza: “È solida, su Draghi solo chiacchiericcio”.

Coronavirus, Conte avverte: fase 2 non è liberi tutti. In un’intervista ai microfoni de la Stampa, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato della fase, dello stato di salute della maggiornaza e delle polemiche sui Dpcm.

Dpcm coronavirus, Conte: ‘Nel nostro sistema non servono pieni poteri’

Proprio parlando dei Dpcm e delle accuse di volere i pieni poteri, il premier Giuseppe Conte ha fatto sapere che in un sistema come quello italiano non ci sia affatto bisogno di investiture messianiche. Il Presidente del Consiglio ha quindi negato di essere intenzionato ad accentrare pieni poteri nelle sue mani.

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64

Conte, fase 2 non è liberi tutti

Parlando della fase 2 dell’emergenza coronavirus, Conte ha voluto sottolineare la portata delle concessioni in vista del prossimo 4 maggio ma ha anche sottolineato come non devono essere fraintese con un liberi tutti, che rischierebbe di portare nuovamente il paese nella prima fase dell’emergenza, ossia quella del lockdown.

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64

Conte, ‘Sul governo Draghi solo chiacchiericcio’

Durante la sua intervista a la Stampa Conte ha parlato anche della tenuta della maggioranza, messa in discussione dalle dichiarazioni in Senato di Matteo Renzi. Il Presidente del Consiglio ha fatto sapere che con Italia Viva il rapporto è buono e soprattutto collaborativo. Il premier ha quindi cestinato le voci su un governo nazionale guidato da Draghi (“solo chiacchiericcio“.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 03-05-2020


Telefonata tra Bill Gates e il premier Conte: “Insieme per la lotta contro il virus”

Le regole da seguire dal 4 maggio: la circolare del Viminale sulla fase 2