Emergenza coronavirus – Dal congedo parentale ai mutui passando per il voucher baby sitter: provvedimenti al vaglio del governo per le famiglie e i lavoratori.

Le misure del governo per le famiglie e i lavoratori. In piena emergenza coronavirus, il governo deve fronteggiare i problemi legati all’economia e alle misure restrittive varate dal governo nel tentativo di limitare il contagio.

Emergenza coronavirus, i provvedimenti per famiglie e lavoratori

Per provare a non far affondare il sistema Italia, il governo sta mettendo a punto una serie di provvedimenti nel tentativo di tutelare l’economia e gli italiani.

Il congedo parentale

Il governo è al lavoro per permettere a uno dei due genitori di rimanere a casa con i figli. Una misura per bilanciare la chiusura delle scuole (almeno) fino al 3 aprile. Chi usufruisce del congedo parentale avrà a disposizione dodici giorni con la paga al trenta per cento.

Voucher per le baby sitter

Si va verso un buono da seicento euro per assumere le baby sitter. Possono richiedere il voucher i genitori con figli di età inferiore ai dodici anni, che sono rimasti a casa in seguito alla chiusura delle scuole.

Moratoria sui mutui

Si ragiona con le banche per una moratoria per i prestiti sia alle imprese che alle famiglie. Per quanto riguarda i lavoratori autonomi si pensa a una moratoria di tasse e contributi.

euro
euro

I primi investimenti

Quelle sopra indicate sono alcune delle misure studiate in quello che dovrebbe essere il primo intervento dello Stato. Non si esclude che il governo possa intervenire anche in un secondo momento. Molto dipenderà dalla durata dell’emergenza sanitaria.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus


Coronavirus, Piazza Affari in rosso, spread in calo

Coronavirus, ipotesi stop a mutui, tasse e bollette. Ue: “Sostegno al popolo italiano”