Vaccino società moderna, i risultati dei primi test sull'uomo

Vaccino, positivi i test sui volontari: hanno sviluppato gli anticorpi

La sperimentazione del vaccino della società Moderna sugli uomini ha dato dei risultati positivi.

WASHINGTON (STATI UNITI) – La sperimentazione del vaccino della società Moderna sugli uomini ha dato dei risultati positivi. Come comunicato dall’azienda, i volontari hanno sviluppato degli anticorpi molto simili a quelle delle persone guarite dal coronavirus.

Si tratta di un primissimo passo in avanti visto che solo otto persone sono state sottoposte a test clinici. Inoltre, il potenziale vaccino avrebbe dimostrato fino a questo momento di non presentare gravi effetti collaterali e quindi di essere “sicuro e ben tollerato“.

Le prossime tappe

Si tratta di un primo passo visto che nelle prossime settimane si continuerà con la sperimentazione. I risultati ottenuti non sono definitivi visto che il campione preso in esame è molto ridotto (solo otto persone).

Il farmaco ha come obiettivo quello di creare un meccanismo di difesa per l’organismo puntando a stabilizzare una una proteina (spike) del Covid-19. I primi dati sono incoraggianti ma il percorso continua ad essere molto lungo e prima del 2021 difficilmente si avrà il vaccino nonostante le previsioni ottimistiche pronosticano il farmaco pronto per la fine del 2020.

Al lavoro per trovare il vaccino

Sono settanta i gruppi di lavoro, secondo Nature, che stanno lavorando al vaccino. E tra questi ci sono cinque molto importanti come lo studio dell’Università di Oxford e dell’Imperial College di Londra che sono passati ai test sull’uomo in collaborazione con l’azienda di Pomezia Advent-Irbm.

La speranza dei ricercatori è di avere pronte le prime dosi per settembre e poi metterlo sul mercato definitivamente a fine 2020. Le sperimentazioni andranno avanti nelle prossime settimane provando a trovare il prima possibile il vaccino contro il coronavirus che potrebbe far tornare ad una normalità pre-Covid 19.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 18-05-2020

X