La Corte di Strasburgo condanna l’Italia per la confisca di Punta Perotti

La sentenza della Corte di Strasburgo ha confermato la decisione di sei anni. La confisca di Punta Perotti e di altri luoghi è stata sbagliata.

STRASBURGO (FRANCIA) – La Corte di Straburgo ha confermato la sentenza emessa sei anni fa sulla confisca di Punta Perotti a Bari, di Golfo Aranci a Olbia, di Testa di Cane e Fiumarella di Pellaro a Reggio Calabria.

LE OBBLIGAZIONI DI MEZZI Totò Riina Mafia Capitale
LE OBBLIGAZIONI DI MEZZI

Per i giudici le autorità italiane hanno violato il diritto di proprietà privata e si sono riservati in un secondo tempo di decidere il risarcimento, anche per dare tempo alle parti di mettersi d’accordo nei prossimi tre mesi.

Da Punta Perotti al Golfo Aranci: la Corte di Strasburgo condanna l’Italia

Subito dopo la sentenza l’ingegner Michele Matarrese, uno delle persone che dovranno essere risarcite, non si dice sorpreso della decisione: “Si tratta di una decisione – ha dichiarato riportato da Repubblica di una decisione uguale a quella del 2012, con cui la Corte aveva condannato il governo a risarcire con 49 milioni di euro la società che aveva realizzato il complesso edilizio sul lungomare di Bari“.

Probabilmente – ha concluso – qualche altro proprietario avrà presentato ricorso, così è arrivata la sentenza bis. Sicuramente non sono sorpreso perché quello era stato già l’orientamento della Corte sei anni fa“.

I giudici di Strasburgo hanno considerato sbagliata la tesi del governo italiano, che ha giustificato le confische come un contributo alla protezione dell’ambiente. Nella sentenza – riporta l’ANSA – si legge che “l’applicazione automatica della confisca in caso di abusivismo prevista dalla legge è chiaramente inadatta dato che non permette ai tribunali di definire quali strumenti sono i più appropriati in relazione alle circostanze specifiche del caso“.

Le parti hanno tre mesi per accordarsi, altrimenti a settembre si avrà la nuova decisione di Strasburgo sulla cifra che lo Stato italiano dovrà sborsare per risarcire gli imprenditori.

Di seguito il video con la demolizione di Punta Perotti

fonte foto copertina https://twitter.com/RaiNews

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-06-2018

Francesco Spagnolo

X