Cos’è l’Eurozona e come si definisce la sua politica monetaria?

Una delle regioni più estese e popolate del pianeta

chiudi

Caricamento Player...

Per definire esattamente cos’è l’Eurozona oggi occorre rifarsi ai trattati di Maastricht del 1992 e seguire attentamente la storia costitutiva dell’U.E.

Che cos’è l’Eurozona?

Attualmente sono entrati a far parte dell’Unione Europea 28 stati sovrani. Di questi soltanto 18 utilizzano l’Euro e ancora meno, 11 di essi, adottarono l’Euro dal momento in cui la moneta unica entrò in vigore, ovvero dal 1 Gennaio 1999.

I primi 11 Stati dimostrarono fin da subito di poter rispettare i parametri economici necessari ad essere ammessi all’interno dell’Eurozona ed altri paesi hanno avuto modo di dimostrarlo nel corso degli anni successivi.

Grecia, Slovenia, Cipro e Malta furono i primi Stati ad essere ammessi nell’Eurozona dopo la sua fondazione. Ultima la Lituania, nel 2015.

Chi gestisce l’Eurozona?

La politica monetaria dell’Eurozona è sotto il diretto ed esclusivo controllo della Banca Centrale Europea (BCE), la cui sede si trova a Francoforte. La BCE viene coadiuvata dalle riunioni dell’Eurogruppo, formato dai ministri delle finanze degli Stati dell’Eurozona.

Come accennato precedentemente, esistono paesi che, pur facendo parte dell’UE, hanno stabilito di non adottare la moneta unica europea. E’ questo il caso della Danimarca, ma è di certo il Regno Unito ad aver reso noti all’opinione pubblica tutti i sottili equilibri che regolano l’adozione dell’Euro.

Il Regno Unito infatti non ha mai adottato la moneta unica europea, e a nulla sono valsi gli sforzi dei primi ministri Brown e Blair nel tentativo di rassicurare i sudditi britannici sul destino della propria economia nel momento in cui si fosse deciso di abbandonare la sterlina. Nel 2008 i dati di un referendum resero chiarissimo che i sudditi di Elisabetta II non avevano alcuna intenzione di rinunciare alla propria moneta nazionale.

Le banche centrali degli Stati Membri dell’UE che non hanno adottato l’Euro pongono i loro rappresentanti all’interno del Sistema Europeo delle Banche Centrali (SEBC), di cui naturalmente la BCE è un membro preminente.
certificato_unicasim