La nuova mappa aggiornata dell’Ecdc testimonia l’aumento dei casi di Covid in Europa. L’Italia resta in verde ma aumentano i contagi giornalieri.

La variante Delta del Covid spaventa l’Europa, dove aumentano i contagi e si allargano le zone rosse. Le ultime indicazioni sono quelle che arrivano dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che ha aggiornato la sua mappa del rischio alla luce della nuova situazione epidemiologica.

Coronavirus, in Europa aumentano i casi e si allargano le zone rosse: la mappa dell’Ecdc

Nella mappa dell’Ecdc si allargano le zone rosse, quindi quelle considerate al alto rischio per numero di casi e trasmissione del virus.

Le nuove zone Rosse si registrano in Portogallo, in Spagna, a Cipro, che è addirittura di colore rosso scuro, quindi nella zona a maggior rischio.

Sono in arancione una parte della Grecia e la regione di Bruxelles, in Belgio. Sono in arancione anche diverse zone della Svezia, della Norvegia, della Finlandia e dell’Olanda.

La buona notizia è che anche al 9 luglio l’Italia è interamente in zona Verde. La cattiva notizia è che anche nel nostro Paese si registra un aumento dei casi giornalieri, come testimoniato dagli ultimi bollettini.

Di seguito la mappa aggiornata all’8 luglio 2021.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Coronavirus
Coronavirus

Il monito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

La preoccupazione principale è legata alla diffusione della variante Delta del Covid, che secondo le previsioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sarà predominante entro la fine del mese di agosto. L’Oms invita addirittura a viaggiare solo per necessità o comunque di farlo in massima sicurezza.

Nonostante le riaperture resta la preoccupazione, come testimoniato dalle ultime indicazioni del governo francese, che ha invitato i cittadini ad evitare le vacanze in Portogallo e in Spagna, due zone considerate a rischio.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 09-07-2021


Incidente sul lago di Garda, il video dello scontro

Rt e incidenza in risalita, aumenta la circolazione della variante Delta. Il monitoraggio Iss