I dati Fmi sul Pil europeo: contrazione del 7 per cento: “Le prospettive restano incerte”.

ROMA – Sono stati pubblicati i dati Fmi sul Pil europeo. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, la crescita del Vecchio Continente subirà una contrazione del 7% nel 2020 prima di rimbalzare del 4,7% nel 2021. “Le prospettive – precisano da Washington, citati dall’Agirestano incerte. La ripresa dei contagi in tutta Europa rappresenta forse il maggior rischio a ribasso a questo punto. Anche una Brexit no deal implicherebbe un ulteriore e potenzialmente enorme shock all’attività nel bel mezzo della pandemia“.

Fmi all’Europa: “Non ritirare stimoli”

Il Fondo Monetario si è rivolta anche all’Unione Europea: “Bruxelles deve fare tutto ciò che è possibile per contenere la pandemia e i suoi danni economici e non ritirare prematuramente gli stimoli per evitare lo stesso errore compiuto ai tempi della crisi finanziaria globale. Senza le azioni politiche e il forte sostegno dell’Unione europea, il Pil sarebbe sarebbe sceso di 3-4 punti percentuali in più nel 2020“.

Le chiavi – ha proseguito il Fondo – cui le autorità devono far fronte nel breve periodo è calibrare le misure di sostegno per minimizzare i danni sociali ed economici impegnati. Sarà imperativo mantenere gli stimoli fin quando la ripresa non sarà pienamente consolidata. Un ritiro prematuro delle politiche di sostegno potrebbe risospingere i Paesi nella recessione, cancellando gran parte quanto ottenuto finora. Il sostegno dell’occupazione e alle imprese dovrebbe essere mantenuto, anche attraverso i programmi di protezione del lavoro“.

Euro risparmi
Euro risparmi

A rischio 3.000 miliardi di ricchezze

Nel documento il Fondo Monetario ha ricordato come “l’impatto economico della pandemia è stato enorme e rischia di bruciare quasi 3.000 miliardi di ricchezza“.

Numeri negativi che rischiano di peggiorare nelle prossime settimane. Il ritorno dei contagi e del lockdown, infatti, rischia di mettere in ginocchio l’economia mondiale. E il futuro non sembra essere roseo per l’intero pianeta e non solo per l’Italia.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
dati fmi economia Fmi pil

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


Gualtieri, “Favorevole al Mes, anche perché l’ho trattato io…”

Borse 21 ottobre, listini europei in negativo