Una fonte presente all’incontro di Londra a cui ha presieduto Luigi Di Maio ha dichiarato che il leader del M5S sia disponibile a un governo di larghe intese in caso di stallo. Poi, il candidato premier dei grillini ha precisato il proprio pensiero.

LONDRA (REGNO UNITO) – Luigi Di Maio ha partecipato a un incontro che si è tenuto nel quartiere di Knightsbridge, nel pieno centro di Londra. Il candidato premier del Movimento 5 Stelle ha incontrato i rappresentanti dei maggiori fondi di investimento mondiali in un club privato, al fine di spiegare le politiche del suo partito e le prospettive per l’Italia all’indomani delle elezioni politiche del 4 marzo. Il meeting era a porte chiuse.

La rivelazione

Una fonte segreta, presente all’incontro, ha dichiarato alla Reuters: “Di Maio ha detto ripetutamente che se non avrà seggi sufficienti per governare da solo, vede la probabilità di un governo sostenuto da tutti i principali partiti, inclusi i 5 stelle. Ha detto chiaramente che, se le elezioni porteranno ad uno stallo politico, prevede una maggioranza di governo a quattro costituita da M5s, Pd, Forza Italia e Lega“.

La replica

A stretto giro di posta, Di Maio ha smentito la ricostruzione con un post su facebook: “Quanto riportato dall’agenzia Reuters non corrisponde al vero. Agli investitori internazionali incontrati oggi a Londra ho ribadito ciò che ho sempre detto: che il giorno dopo le elezioni, se non dovessimo avere la maggioranza dei seggi, farò un appello pubblico a tutte le forze politiche invitandole a convergere sui temi e sulla nostra squadra di governo, senza alcun tipo di alleanze, inciuci o scambi di poltrone di governo“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Romano Prodi: “Renzi e i suoi sono per l’unità del centrosinistra”

Problemi di salute per Berlusconi? Silvio risponde: “Il Nonno sta benissimo”