Di Maio assicura, Reddito di cittadinanza anche per gli invalidi. Ma il Cdm slitta

Di Maio: 260mila invalidi avranno accesso al programma del reddito di cittadinanza. Ma slitta il Consiglio dei Ministri su Quota Cento e Reddito.

Dopo il caso sollevato da Matteo Salvini sul Reddito di Cittadinanza, con il vicepremier leghista che aveva denunciato la mancanza di fondi per i diversamente abili, Luigi Di Maio ha voluto fare luce sulla questione precisando che il provvedimento sarà devoluto anche agli invalidi.

Luigi Di Maio, reddito di cittadinanza anche a 260mila invalidi italiani

Intervenuto ai microfoni Radio Anch’Io, Luigi Di Maio ha assicurato la presenza di fondi per gli invalidi. “260mila invalidi italiani che ora hanno un trattamento economico che avranno accesso al programma del reddito di cittadinanza“, ha assicurato il vicepremier pentastellato. I soldi arrivano, stando a quanto riferito, dalla riduzione della platea di cittadini stranieri che avranno diritto al reddito.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

La denuncia di Matteo Salvini

Senza fondi per le pensioni di invalidità non voteremo il reddito di cittadinanza. Non è una ripicca, magari c’è stata una distrazione, ma faceva parte dell’accordo“, aveva fatto sapere Matteo Salvini infiammando un dibattito già acceso con il Movimento Cinque Stelle alla luce delle divergenze sulla gestione dei migranti.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini
Roma 01/06/2018 – giuramento Governo Italiano / foto Insidefoto/Image
nella foto: Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Slitta il Consiglio dei Ministri su Reddito di Cittadinanza e Quota Cento

Intanto arriva da Roma la notizia secondo cui il governo ha deciso di rinviare il Consiglio dei Ministri in programma per Quota Cento e Reddito di Cittadinanza. Non è chiaro se il vertice possa avere luogo entro la fine di questa settimana o possa slittare alla prossima. Il motivo, fanno sapere fonti governative, sarebbe prettamente pratico e tecnico e non ci sarebbe alcuna tensione politica alla base del rinvio del Cdm.

ultimo aggiornamento: 11-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X